Cosenza Calcio

Cosenza, è come tre anni fa! Lupi padroni a Lecce: è semifinale (2-0)

Primo tempo con poche occasioni, poi Okereke spacca la partita e lancia il Cosenza. Il raddoppio è di Loviso su punizione. Adesso l’ostacolo Viterbese, il ritorno sarà al Marulla.

Ci sarà la Viterbese ad affrontare il Cosenza in semifinale: è un’altra formazione che vorrebbe alzare il trofeo per evitare la trafila degli spareggi playoff. La vittoria con cui i Lupi hanno sbancato il Via del Mare è nitida, meritata, arrivata a margine di un secondo tempo spaccato a metà da Okereke. Il Lecce, con la testa tutta al campionato, perde 2-0 davanti ai suoi sostenitori e concede il pass per la semifinale al team di Braglia.

Come di sua consuetudine, il tecnico toscano ha fatto grande pretattica per ridurre al minimo le informazioni da filtrare agli avversari. Questo nonostante fosse un match di Coppa Italia, competizione che il tecnico rossoblù dice porre in condizione di subalternità rispetto al campionato: da stasera probabilmente cambierà idea. In porta sceglie di testare l’affidabilità di Zommers con un terzetto di marcatori composto da Pasqualoni, Dermaku e Camigliano a sua protezione. A centrocampo scelte quasi obbligate, ma riposano gli esterni: Boniotti e Ramos sulle fasce, Loviso in cabina di regia e Bruccini-Trovato a fungere da interni. In attacco c’è ancora Mungo al fianco della prima punta. E’ Perez, che ha smaltito ogni tipo di problema. Liverani risponde con il classico 4-3-1-2, dove la maglia di trequartista va a Costa Ferreira. In avanti c’è Di Piazza al fianco di Caturano.

L’inizio è bloccato: i padroni di casa sbattono sulla buona organizzazione difensiva del Cosenza e gli ospiti si rendono pericolosi con un paio di tiri dalla distanza. Non sfigura Boniotti a destra, meglio lui che Ramos dalla parte opposta. Dermaku salva su un tiro di Caturano a botta sicura, prima Trovato però aveva sprecato un’occasione d’oro subito dopo il pronti-via. Mungo è costretto a legare i reparti con grande dispendio di energie, ma è in mezzo che si gioca la partita, dove ogni varco è così intasato che rifornimenti alle punte ne arrivano pochi.

La svolta nell’intervallo. Che il Cosenza torni in campo dagli spogliatoi più convinto, lo si capisce quando Loviso ha sul destro il pallone dell’1-0: l’errore è grave ma risulterà ininfluente. Gli ospiti danno l’impressione di poter affondare il colpo e si fanno vedere con grande costanza dalle parti di Chironi. Trovato, Mungo e Bruccini marcano il territorio, Di Piazza fa la barba al palo in contropiede. Il match, però, è vivo e finalmente regala qualche emozione. Al 10’ Braglia mischia le carte e si mette a specchio con il 4-3-1-2 lasciando Mungo alle spalle di Okereke e Perez. La mossa è vincente perché al 15’ i Lupi passano. Assist al bacio di Perez, stacco perfetto dell’attaccante nigeriano e palla in rete. Il raddoppio giunge dopo qualche minuto: merito di Loviso che su punizione mette la palla là dove aveva visto un buco. Sul 2-0 Braglia sente il sangue della preda e torna al 3-5-2. Qualificazione in ghiaccio, la semifinale di ritorno si giocherà al Marulla come tre anni fa. Ricordate come andò a finire? (Antonello Greco)

CRONACA.
1’ Inizia il match. Cosenza maglia bianca, Lecce in classica divisa giallorossa
4′ Cosenza vicinissimo al gol. Contropiede di Mungo che arriva al limite e serve Perez, l’attaccante di prima intenzione mette al centro per Trovato che tutto solo strozza il tiro con la palla che termina di poco a lato
16′ Caturano ci prova dalla distanza ma il suo tiro vinene deviato in angolo da Mungo. Sugli sviluppi del corner nulla di fatto
22′ Ramos prova a verticalizzare per Perez il lancio però è troppo lungo e Chironi fa sua la sfera
29′ Ciancio mette in mezzo, Zommers esce in presa alta e fa sua la sfera
30′ Trovato ci prova dalla distanza, la palla sbatte su Riccardi e termina in angolo. Dagli sviluppi del corner nulla di fatto
32′ Costa Ferreira va via sulla sinistra serve al centro Caturano che prova subito il tiro ma Dermaku si oppone e devia in angolo. Dagli sviluppi del corner nulla di fatto
38′ Mungo ci prova dal limite con una sorta di tiro per scavalcare il portiere ma Chironi non si fa sorprendere e blocca la sfera
40′ Ancora Cosenza pericoloso con Boniotti che va via sulla destra si accentra e dal limite prova il tiro che termina di poco alto sopra la traversa
44′ Ramos mette al centro, Camigliano colpisce di testa ma il suo tiro è debole e Chironi blocca senza problemi
45′ Un minuto di recupero
45’+1′ Finisce la prima frazione di gioco a reti inviolate
SECONDO TEMPO.
1′ Le due squadre rientrano in campo con gli stessi uomini della prima frazione di gioco
2′ Angolo di Ramos, la palla arriva al centro sui piedi di Loviso che prova il tiro ma la sfera termina alta
5′ Ancora Cosenza pericoloso con Bruccini che prova il tiro dal limite che termina di poco a lato
7′ Costa Ferreira entra in area e prova il tiro ad incrociare ma la palla termina di poco a lato
10′ Doppio cambio per il Cosenza. Mister Braglia manda in campo Okereke e Idda al posto di Boniotti e Pasqualoni
15′ Gooooooool del Cosenza. Perez fa un gran lavoro sulla sinistra e mette al centro per Okereke che di testa batte Chironi: 1-0
16′ Primo cambio per il Lecce. Dentro Mancosu e fuori Selasi
18′ Ancora Cosenza pericoloso. Okereke mette al centro dalla destra per Ramos che non arriva per un soffio sulla palla che attraversa tutta l’area di rigore
23′ Gooooooooool del Cosenza. Punizione di Loviso dalla distanza, la palla si infila alla destra di Chironi e termina in rete: 2-0
24′ Terzo cambio per mister Braglia che manda in campo Corsi al posto di Mungo
28′ Secondo cambio per il Lecce. Dentro Pacilli e fuori Megelsitis
32′ Ancora Cosenza con Perez che dal limite fa partire un gran tiro ma la mira è sbagliata e il tiro termina fuori
43′ Mancosu entra in area e prova il tiro ma Zommers si distende e blocca la sfera senza problemi
45′ Tre minuti di recupero
45’+3 Squadre negli spogliatoi. Il Cosenza è in semifinale.

 

Il tabellino:
LECCE (4-3-1-2): Chironi; Ciancio, Riccardi, Cosenza, Legittimo; Selasi (16’ st Mancosu), Arrigoni, Megelsitis (28’ st Pacilli); Costa Ferreira; Di Piazza, Caturano. A disp: Vicino, Perucchini, Di Matteo, Torromino, Valeri, Marino, Dubickas, Gambardella, Persano, Saraniti. All.: Liverani
COSENZA (3-5-2): Zommers; Pasqualoni (10’ st Idda), Dermaku, Camigliano; Boniotti (10’ st Okereke), Bruccini, Loviso, Trovato, Ramos; Mungo (24’ st Corsi), Perez. A disp.: Saracco, Pascali, Palmiero, Braglia T., Tutino, Baclet. All.: Braglia P.
ARBITRO: Perotti di Legnano
MARCATORI: 15’ st Okereke, 23’ st Loviso
NOTE: Spettatori circa 2500 con rappresentanza ospite. Ammoniti: nessuno. Angoli: 4-3. Recupero: 1’ pt – 3’ st

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina