Tutte 728×90
Tutte 728×90

Aggressione a Le Iene, Nunnari: «Querelo per diffamazione» [VIDEO]

Aggressione a Le Iene, Nunnari: «Querelo per diffamazione» [VIDEO]

L’arcivescovo emerito di Cosenza in una nota: «Non ho mai assecondato o discusso pratiche abortive». Poi annuncia di aver dato mandato di querelare per diffamazione Le Iene e gli autori del servizio.

Che fosse una bomba ad orologeria si sapeva e, puntualmente, è deflagrata. Il sevizio trasmesso ieri sera da Italia 1 nel corso del programma “Le Iene” ha innescato un polverone mediatico sul web che ha seguito quello di qualche settimana fa quando l’inviata Valeria Castellano e la redazione Mediaset denunciarono l’aggressione subita a San Vincenzo La Costa.

I FATTI. Le Iene si sono recate di recente in provincia di Cosenza per raccogliere la testimonianza di una giovane donna, Francesca, che preferendo restare anonima ha raccontato la sua storia. Il parroco di San Vincenzo La Costa, secondo quanto riferito dalla ragazza, avrebbe avuto con lei una relazione amorosa da cui rimase incinta. A quel punto sia il curato che il Vescovo Nunnari le “avrebbero suggerito” di abortire e di non dare alla luce il bambino per evitare uno scandalo. Raccolta tale testimonianza, Le Iene hanno chiesto spiegazioni in parrocchia parlando direttamente con Don Giuseppe. Il prete, sorpreso dall’incalzare delle domande e dall’argomento sollevato, ha preferito essere evasivo difendendosi e parlando di aggressione mediatica. Fuori dalla sagrestia c’erano i parenti di Don Giuseppe che, a margine di un lungo scambio di opinioni, sono venuti a contatto con Valeria Castellano e con la sua cameraman mentre le due cercavano di lasciare la piazza. L’aggressione è stata pubblicata integralmente a questo indirizzo web.

IL RUOLO DI NUNNARI. Nel servizio andato in onda, si fa riferimento diretto a Salvatore Nunnari quale una delle persone che ebbero un ruolo diretto nell’aborto di Francesca. Il Vescovo, davanti ai microfoni, ha negato qualsiasi coinvolgimenti diretto, dicendo però di essere a conoscenza di tale vicenda.

LE PAROLE DEL VESCOVO. Nel primo pomeriggio Nunnari affida un suo commento all’Ansa. «Non ho mai assecondato o discusso pratiche abortive» ha detto l’arcivescovo emerito di Cosenza in una nota del suo legale Enzo Paolini, annunciando di aver dato mandato di querelare per diffamazione, «con ampia facoltà di prova», i responsabili de Le Iene e gli autori del servizio trasmesso nella puntata di ieri, su Italia 1, sulla vicenda raccontata da Francesca, una ragazza di una parrocchia di San Vincenzo la Costa in provincia di Cosenza che, mantenendo l’anonimato, denuncia di aver avuto anni fa una relazione con il giovane parroco della sua chiesa e di essere stata spinta ad abortire anche dopo aver parlato con l’allora vescovo. Il servizio, nel quale le inviate de Le Iene parlano anche con Nunnari, contiene, secondo il legale dell’arcivescovo «prospettazioni ed affermazioni che, per quanto riguarda il monsignore, non sono vere e appaiono gravemente lesive della figura dell’arcivescovo emerito di Cosenza». «Nessun ruolo attivo ha svolto monsignor Nunnari nella vicenda in oggetto. Men che meno ha assecondato o discusso di pratiche abortive nelle circostanze oggetto del servizio. Altri elementi del servizio diffamatorio – conclude la nota del legale – saranno portati da mons. Nunnari all’attenzione di diversi organismi competenti per le valutazioni e le determinazioni del caso».

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it