Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rende, l’attacco fa boom. Tris al Fondi,il sogno continua (3-0)

Rende, l’attacco fa boom. Tris al Fondi,il sogno continua (3-0)

Il Rende strapazza il Fondi al Lorenzon, segnano le tre punte a disposizione di Trocini: apre Ricciardo, raddoppia Actis Goretta e chiude i conti Ferreira.

Altri tre punti e campionato sempre più in cassaforte. Ora per la certezza della salvezza manca davvero poco, ora per il Rende potrebbe iniziare un altro campionato. Perché il conseguimento della salvezza è dietro l’angolo, la squadra, con 38 punti, rinforza la quinta posizione del campionato al centro della zona play off a +13 punti sul Catanzaro, l’undicesima del girone. Quindi, la stagione del Rende ha tutte le caratteristiche per protrarsi oltre il limite univoco del campionato. Vivere emozioni supplementari oltre il momento magico quale sorpresa assoluta di tutta la Serie C.

Oggi la gara è stata vinta, come scriviamo dopo, usufruendo dei momenti. Infatti, il gol di Ricciardo è arrivato nella noia generale, quello di Actis Goretta quando il Fondi primeggiava e poi il dolce sulla torta di Ferreira a gara ormai sui canali del Campagnano.

CRONACA. Trocini propone una nuova difesa. Rientra Pambianchi e oltre al solito Sanzone, al centro del reparto c’è Cuomo al posto di Porcaro. A centrocampo Godano a destra, mentre si siede in panchina Rossini (al suo posto Gigliotti). In attacco la coppia Ferreira-Ricciardo. Sanderra risponde con il 4-3-3. Corvia guida l’attacco Pontino con ai suoi lati Nolè e Lazzari. A centrocampo De Martino coordina le manovre laziali.

Il match prende parzialmente quota nella parte centrale del terreno di gioco. Non succede nulla fino a quando non scocca il 9’ minuto di gioco. Ferreira raccoglie un pallone perso dalla retroguardia laziale e prova, dai 20 metri, la conclusione in porta. Elezaj è attento e, in tuffo, blocca.

RICCIARDO…FA 13 La partita non prende quota, le due squadre in modo molto flebile cercano di infastidirsi. Si presuppone una gara che vive di momenti. Come al 13’ (numero fortunato per giocatori d’altri tempi) con il vantaggio biancorosso. Franco elude la retroguardia ospite lanciando Ricciardo sul filo del fuorigioco che davanti a Elezaj non sbaglia, nonostante il tocco del portiere.

A livello tattico, dicevamo, la competizione odierna non offre particolari emozioni. Il Racing cerca di imprimere tensione al Rende sulla corsia di destra con la spinta di Galasso con la regia di De Martino al centro. Sul fronte opposto le chiavi del gioco biancorosso sono insite sui piedi di Momo Laaribi. Al 25’, rientrando nel discorso della cronaca, il club pontino sfiora il pareggio: Nolè lancia in porta Lazzari il quale viene disinnescato dall’uscita di De Brasi. E’ anche Nolè l’altro motore dei laziali. Al 43’ è suo il tiro dalla fascia che scalda i guanti di De Brasi il quale devia sul fondo. E’ il Fondi ad avere il pallino del gioco: dopo un minuto dall’azione di Nolè, è la volta di Lazzari a concludere in porta. Risultato: palla fuori di poco.

Nella ripresa le squadre tornano in campo con una buona dose di nervosismo. Tra le due formazioni spiccano Vastola e Franco per la voracità degli scontri verbali. Per quanto concerne il calcio giocato è il Fondi il detentore delle principali azioni che, tuttavia, non sortiscono effetti. D’altra parte il Rende è un bunker per solidità difensiva. Al 15’ De Martino prova la conclusione, ma De Brasi blocca senza problemi.

GO…ACTIS! Verso il ventesimo Trocini rinfoltisce la formazione con persone più cariche, tra cui Goretta. Cambio azzeccato. Al 21’ Gigliotti dalla destra libera in area Actis Goretta che batte Elezaj con tunnel. Il Rende prende le redini del gioco e al 27’ giunge il primo  corner con la botta ravvicinata di Rossini che viene prontamente deviata da Elezaj. Il Fondi prova a tornare in partita al 33’ con il tiro di Vasco, smanacciato in qualche modo da De Brasi. Lo stesso portiere si ripete al 37’ su Corticchia.

RIECCO FERREIRA. E alla fine il Rende arrotonda ancora il risultato. Azione, siamo al 38’, orchestrata da Rossini in due attimi. Prima prova direttamente la conclusione in porta, para Elezaj, in seguito serve Goretta che fa da sponda per Ferreira il quale non ha problemi ad insaccare a porta vuota. La squadra di Trocini potrebbe pure calare il poker con Gigliotti, ma al 40’ Elezaj sventa il rischio. Il portiere interviene ancora al 48’ su Rossini. L’arbitro fischia, il Rende vince e qualcuno dalla tribuna grida: “Coscarella vogliamo i play-off…”. (Giulio Cava)

Il tabellino
RENDE (3-5-2): De Brasi 6,5; Sanzone 6 (1’ st Germinio 6), Cuomo 6, Pambianchi 6,5 (41’ st Porcaro sv); Godano 6 (17’ st Rossini 6,5), Gigliotti 6,5, Laaribi 6, Franco 6 (17’ st Boscaglia 6), Blaze 6; Ferreira 6,5, Ricciardo 7 (18’ st Actis Goretta 7). A disp.: Polverino, Viteritti, Marchio, Piromallo, Coppola, Felleca, Porcaro, Vivacqua. All.: Trocini 7.
RACING FONDI (4-3-3): Elezaj 6,5; Galasso 5,5, Vastola 5 (26’ st Mastropietro sv), Ghinassi 5,5, Paparusso 5,5; Vasco 5 (41’ st Ricciardi sv), De Martino 6 (20’ st Quaini 5,5), Addessi 5,5 (20’ st Corticchia 5,5); Nolè 6 (26’ st Ciotola sv), Corvia 5, Lazzari 4,5. A disp.: Cojocaru, Pompei, Maldini, Pezone, Ricciardi, Stikas, Mangraviti, Sakaj. All.: Sanderra 5.
MARCATORI: 13’ pt Ricciardo, 21’ st Actis Goretta, 38’ st Ferreira (R).
ARBITRO: Di Cairano di Ariano Irpino.
NOTE. Campo in buone condizioni. Spettatori: 491 totali di cui 377 paganti e 114 abbonati per un incasso giornaliero di 1440 euro. Angoli: 2-6. Al 45’ del secondo tempo espulso Lazzari per fallo ai danni di Laaribi. Ammoniti: Vastola, De Martino, Addessi (F), Cuomo, Pambianchi (R). Recupero: 1’ pt – 4’ st.

Related posts