Tutte 728×90
Tutte 728×90

Al Castrovillari basta Catania per superare il Soriano (1-0). Il racconto del match

Al Castrovillari basta Catania per superare il Soriano (1-0). Il racconto del match

Rossoneri a due punti dal secondo posto. Decide un gol di Catania a fine primo tempo con i rossoneri che colpiscono anche due pali. Nel finale partita nervosa e ospiti che rimangono in 10 per il rosso a Nicolovici.

 

Neanche le condizioni atmosferiche avverse e il campo appesantito per la pioggia impediscono al Castrovillari di tornare ad esultare dopo ben tre X consecutivi contro Acri, Scalea ed Amantea. Bottino pieno conquistato con grinta e carattere da parte della compagine rossonera, nessuno escluso. Ognuno ha dato un contributo diverso, ma tutti concentrati su un unico obiettivo: la vittoria.

Primi minuti che vedono i castrovillaresi studiare la formazione ospite, cercando con il possesso palla di aprire un varco nella difesa. Soltanto al 19’ arriva la prima occasione per i padroni di casa. Traversone dalla fascia sinistra del numero otto Di Domenico che serve Catania, ma il tiro del bomber rossonero si spegne alla destra di Piccolo. Primo brivido del match per il Soriano che non si fa attendere e replica soltanto centoventi secondi dopo. Punizione centrale dai ventitré metri per la banda rossoblù. Della battuta si incarica Nicolovic. Il destro del numero otto è potente ma centrale. Di Cara respinge senza problemi alla sua destra. Dopo una partenza a rilento di entrambe le formazioni, il match risulta equlibrato. Al 24’ sciabolata di capitan Miceli da centrocampo che atterra sui piedi fini di Monteiro, il quale scivola, causa terreno di gioco pesante, non riuscendo a colpire il pallone. Passano tre minuti e il Castrovillari rischia di combinare un pasticcio difensivo clamoroso. Miceli effettua un passaggio in orizzontale corto Catalano intercetta ma, a tu per tu con il portiere di casa, gli spara addosso. Coraggiosissima l’uscita di Di Cara che, incurante del pericolo, ci mette letteralmente la faccia,  rimediando all’errore da matita blu del suo compagno di squadra. Quando mancano cinque minuti alla fine del primo tempo, un lampo nel cielo cupo, sopra il “Mimmo Rende”, acceca la formazione ospite. Filtrante in verticale con il contagiri di Grosso per Catania, che da dentro l’area, si distende in scivolata quel tanto che basta per toccarla e farla terminare in rete. non può sbagliare. Gol da attaccante vero per il numero nove, che interrompe un lungo digiuno durato quasi due mesi. Con il vantaggio dei ragazzi di mister Ferraro termina il primo tempo.

La ripresa è subito incandescente. Al 48′ Castrovillari vicino al raddoppio. Cross di Di Domenico che pesca De Simone, ma il colpo di testa del capocannoniere casalingo si infrange sul palo. Dea bendata che chiude le porte ai lupi. Al 60’ le gambe dei padroni di casa iniziano a tremare e la quantità di errori in fase di costruzione aumenta. Ne consegue, così,  una mini reazione del Soriano che però non crea occasioni eclatanti. Sull’onda dell’entusiasmo dei supporter rossoneri, sempre al seguito della formazione nonostante il diluvio, il Castrovillari riemerge e si rende pericoloso al 65’ con il mancino di Canale che però non impensierisce Piccolo. Quest’azione dà ancor più vigore ai padroni di casa che al 72’ propongono sprazzi di calcio champagne. Il trio d’attacco Canale, De Simone e Catania effettua una serie di tocchi di alta classe che confondono la retroguardia avversaria aprendo una breccia per Canale. L’undici scaglia un destro che becca ancora il montante della porta. Al 74’, Catania in area avversaria ripropone il gesto tecnico, in scivolata, del vantaggio, questa volta con scarsi risultati. All’85’ gli animi si infiammano. Fallo di ostruzione di Nicolovici su Monteiro. L’otto del Soriano, ammonito in precedenza, protesta vivamente verso l’arbitro insieme a tutta la sua squadra. Si crea una mini rissa e ad avere la peggio è lo stesso Nicolovic, espulso per la scorrettezza commessa. Dopo ben cinque minuti di recupero il signor Zito fischia la fine della gara. I castrovillaresi imparano dagli errori precedenti e riescono, con le unghie e con i denti, a non subire gol nell’extra time. La banda di Ferraro allunga sull’inseguitrice Acri, ora a quattro lunghezze di distanza. Il prossimo incontro sarà in casa della Reggiomediterranea, in via di ripresa dopo la goleada inflitta nel derby contro l’Aurora Reggio. (Fabrizio Frasca)

Tabellino
Castrovillari: Di Cara, Grosso, Akrapovic, Benincasa, Della Guardia, Miceli, Monteiro, Di Domenico (dal 74′ Squeglia), Catania ( dal 92′ Musacco), De Simone, Canale (dal 79′ De Lucia). A disposizione: Andreoli, Curcio, Caligiuri, Corsale. Allenatore: Ferraro.
Soriano: Piccolo, Zavaglia, Romeo, Clasandone, Greco, Barba, Chiarello, Nicolovici, Trotta, Catalano, Macrì (dal 73′ Spurio). A disposizione: Marchse, Pizzonia, Figliuzzi, Viscomi, Valente, Maiuli. Allenatore: Gregorace.
Marcatore: 39′ Catania
Arbitro: Sig. Zito di Rossano (Grasso di Cz e Critelli di Cz)
Note: 
terreno in pessime condizioni, spettatori circa 100, cielo nuvoloso con pioggia. Ammoniti: Canale, Della Guardia,Squeglia (Castrovillari), Nicolovici, Romeo, Clasandone (Soriano). Espulso: Nicolovici (Soriano) all’ 85′ per doppia ammonizione.

Related posts