Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Rende succede al Cosenza. Nei derby calabresi nessuno come Trocini

Il Rende succede al Cosenza. Nei derby calabresi nessuno come Trocini

Il Rende ha la migliore difesa del campionato e i suoi portieri vantano 11 clean sheet. Trocini non ha bisogno di aspettare maggio: è primo matematico nella classifica circoscritta alle calabresi.

Sembra che si parli di una continua ovvietà, quando discutiamo e, giustamente, elogiamo, la squadra biancorossa di Bruno Trocini. Una compagine che è riuscita a raggruppare ben 41 punti tirando una linea stagionale che non ha mai rischiato brusche precipitazioni verso il basso, ma capace di mantenersi su livelli medio-alti. La posizione ne è una conferma. Quinta ad una sola lunghezza dalla quarta classificata, il Siracusa, all’ottava giornata del campionato di ritorno. L’arma ad oggi tanto segreta non è. La solidità del gruppo e il temperamento mentale sono le colonne portanti. Il pregio del tecnico è stato quello di circoscrivere i momenti precari, incorsi in seguito ad una serie di sconfitte o di singoli e pesanti tonfi contro le “big” della categoria. Tuttavia, Lecce, Siracusa e il Catania nei primi venti minuti, non hanno avuto vita facile al “Marco Lorenzon” e neanche nei rispettivi impianti di gioco (fatta eccezione per gli etnei, ancora il Rende non ha calcato il Massimino) contro una squadra “scomoda”, duttile, ma al tempo stesso ermetica. L’ultimo termine è spiegato dal fatto che la retroguardia rendese, dalla partita vinta contro il Racing Fondi è la migliore difesa del girone con 19 reti al passivo. Su 25 partite giocate, in 14 il Rende non ha incassato alcuna rete (il 56 % del totale). Solo in 3 circostanze ha subìto 3 o più gol, contro Catania, Fidelis Andria e Trapani.

Non è solo il primato della difesa ad incrementare le soddisfazioni della compagine rendese. Se in campionato i ragazzi di Trocini detengono la quinta piazza, parallelamente hanno vinto un altro campionato. Quello formato dagli scontri con le altre calabresi di C nei derby. Il Rende ha, praticamente, vinto tutti gli incontri eccezion fatta per quello contro il Cosenza (terminato 0-0). La classifica, rilanciata con orgoglio sui social dal direttore generale Giovanni Ciardullo, che tiene conto delle partite di campionato, vede il Rende primo a quota 13 punti ricavati in 5 gare. Segue la Reggina, 7 punti in 6 gare. Poi il Cosenza con 5 punti in 4 gare. Ultimo, il Catanzaro con 3 punti in 5 gare. “Game over”, il commento su Facebook da parte del dirigente del Rende.

Per quanto riguarda la competizione della passata stagione, fu il Cosenza a raccogliere più punti nelle sfide derby. La classifica vedeva i Lupi in testa con 9 punti raccolti contro Vibonese, Catanzaro e Reggina. Punta di diamante, la vittoria storica, per 3 a 0, in trasferta contro il Catanzaro che sfatò un tabù lungo 67 anni e vendicò, definitivamente in campionato, l’1-3 dei giallorossi (degli anni Ottanta) al “Marulla”. Al secondo posto c’era, tornando al 2016-2017, la Vibonese con 8 punti. Terza la Reggina con 7 e ultimo il Catanzaro con 5 punti. (Giulio Cava)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it