Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rende, decine di ragazzi guidano in stato di ebbrezza. Un giovane trovato con un machete

Rende, decine di ragazzi guidano in stato di ebbrezza. Un giovane trovato con un machete

I carabinieri della Compagnia di Rende hanno proseguito l’attenta azione di controllo del territorio mettendo in campo, nei giorni scorsi, su indicazione del Comando Provinciale carabinieri di Cosenza, servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in genere, nonché alla verifica del rispetto del Codice della Strada, che hanno consentito di sottoporre 1 persona alla misura cautelare del “Divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima”, denunciare 37 persone per vari reati, segnalare 3 persone quali “Assuntori di sostanza stupefacenti”, proporre 3 persone per il provvedimento del “Foglio di via obbligatorio” e ritirare 15 “Patenti di guida”.

Sul piano dell’azione di contrasto alla diffusione di sostanze stupefacenti i militari dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Rende hanno denunciato per il reato di “Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” un 27enne residente a San Fili. I militari operanti, unitamente ad unità cinofila antidroga, a seguito di perquisizione domiciliare nell’abitazione dell’uomo rinvenivano, 1 bilancino di precisione e una busta in cellophane contenente 30 grammi di “Marijuana” e 1 grammo di “Hashish” di cui l’uomo aveva tentato di disfarsi lanciando lo stupefacente all’interno del camino.

cof

Inoltre hanno segnalato alla Prefettura di Cosenza, quali “Assuntori di sostanze stupefacenti” un 27enne residente a Rende (CS) e un 17enne residente a Montalto Uffugo. I militari operanti a Rende, controllavano i due giovani i quali, a seguito di perquisizione personale, venivano complessivamente trovati in possesso di grammi 3 di “Marijuana”, tutto sottoposto a sequestro.

Sul piano dell’azione di contrasto all’uso di alcool durante la guida i militari dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile di Rende, hanno denunciato per il reato di “Guida in stato di ebbrezza” un 21enne (1,47 g/l) di Vibo Valentia, una 45enne (1,35 g/l) di Montalto Uffugo, un 34enne (0,89 g/l) e un 37enne (1,67 g/l) entrambi di Cosenza, un 36enne (0,92 g/l) e un 27enne (1,15 g/l) entrambi di Carolei, un 22enne (0,85 g/l) di Zumpano, un 27enne (1,47 g/l) di Serra Pedace, un 35enne (1,31 g/l) di Torano Castello e una 21enne (0,94 g/l) di Cosenza, quest’ultima, in particolare, durante il controllo, tentava di sfuggire ai militari non fermandosi all’alt e dai successivi accertamenti veniva inoltre denunciata perché conduceva il veicolo nonostante non avesse mai conseguito la patente e l’autovettura che guidava era già sottoposta a sequestro amministrativo poiché priva di assicurazione. Tutti gli altri automobilisti, controllati a Rende e sottoposti ad accertamento etilometrico, risultavano positivi con un tasso alcolemico superiore ai limiti previsti dalla legge. Le patenti venivano ritirate e le autovetture affidate a persone idonee alla guida.

Per il reato di “Rifiuto di sottoporsi ad accertamento etilometrico” sono stati denunciati un 41enne e un 32enne di Cosenza. I militari operanti controllavano i due automobilisti  alla guida delle proprie autovetture e, invitati a sottoporsi ad accertamento etilometrico, si rifiutavano. Le patenti venivano ritirate e le autovetture affidate a persone idonee alla guida.

I militari della Stazione Carabinieri di Rende hanno denunciato per il reato di “Porto ingiustificato di armi od oggetti atti ad offendere” un 20enne di Rende poiché, a seguito di perquisizione personale e veicolare veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico e di una mazza in plastica di 90 cm, tutto sottoposto a sequestro.

Per il reato di “Rifiuto di sottoporsi ad accertamento etilometrico” e “Porto ingiustificato di armi od oggetti atti ad offendere” è stato deferito in stato di libertà un 33enne di Rende. Il giovane alla guida della propria autovettura passava con il semaforo rosso. Immediatamente controllato dai militari operanti e invitato a sottoporsi ad accertamento etilometrico, lo stesso si rifiutava. Inoltre a seguito di perquisizione veicolare veniva trovato in possesso di un “Machete” di 52 cm, occultato sotto il sedile di guida. Dai successivi accertamenti emergeva altresì che l’uomo stava conducendo l’autovettura nonostante la patente sospesa.

Related posts