Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cetraro, mister Guardia: “Sabato ci giochiamo la stagione”

Cetraro, mister Guardia: “Sabato ci giochiamo la stagione”

Sfida vitale con vista salvezza per il Cetraro che ospiterà il Città di Rossano nel prossimo turno. “Affronteremo una squadra di valore con dei calciatori ottimi per la categoria. Però siamo consapevoli delle nostre potenzialità”, spiega mister Guardia.

 

Attesa febbrile in casa Cetraro per la partita di sabato prossimo contro il Città di Rossano valevole per la 24^ giornata di campionato. La squadra tirrenica, sta lottando strenuamente per ottenere la salvezza nel Girone A di Prima Categoria. Al momento, i biancocelesti hanno un punto di vantaggio sul quint’ultimo posto, occupato proprio dal Città di Rossano. Una vittoria potrebbe valere tantissimo. Ne abbiamo parlato con mister Raffaele Guardia.

Mister, sabato partita di vitale importanza. Come la state preparando e come ci arriva il Cetraro?
“Siamo tutti concentrati per questa partita. Sappiamo di giocarci molto. Affronteremo una squadra di valore con dei calciatori ottimi per la categoria. Però siamo consapevoli delle nostre potenzialità e del fatto che con una vittoria, raggiungere la salvezza senza passare dai play-out, sarebbe più semplice. Ci arriviamo dopo due brutti ko in trasferta in pochi giorni. Però sappiamo bene che in casa, finora, è sempre stato tutto un altro Cetraro. Qui ad Acquappesa, visto che per qualche altro mese saremo senza campo, ci ha battuto solo il Marina di Schiavonea capolista e la Tavernese ed abbiamo raccolto 19 dei 23 punti che abbiamo. A febbraio, prima dei due ko suddetti, ci siamo rialzati. Riuscendo a collezionare 10 punti in 4 partite. Quindi tutto sommato sono fiducioso. Ci teniamo a dare una bella soddisfazione a noi stessi, alla società ed al pubblico. Vincere sabato e centrare la salvezza, sarebbe il giusto premio”.

Cosa significa allenare una squadra blasonata come il Cetraro e quali difficoltà sta trovando in quest’annata?
“Sapevo fin dall’inizio che questo sarebbe stato un anno zero. Però ho accettato con estremo entusiasmo la proposta fattami dalla società in estate. La squadra è stata completamente ricostruita dopo gli addii in estate e ci abbiamo messo un pò a trovare la giusta amalgama. Poi, purtroppo, abbiamo qualche giocatore che tra impegni lavoratori e di studio, non può essere presente agli allenamenti. Tutto questo ha reso più complicato l’inizio. Però, sono fiero di allenare questa squadra e questi ragazzi. Sono consapevole dell’importanza che ha il Cetraro calcio ed è solo un onore per me poter dare un contributo alla storia della squadra della mia città”.

Un’annata che, se si dovesse concludere con la salvezza, sarebbe certamente da raccontare.
“Cetraro merita ben altri campionati. E’ la storia che lo dice. Da noi si respira calcio quotidianamente e questa maglia pesa tanto. Abbiamo il dovere morale di non disperdere la Prima Categoria. Certo, le difficoltà sono tante. Nessuno ti regala nulla solo perchè ti chiami Cetraro. Da questa stagione si deve ripartire anche per il futuro. Con la speranza di poter avere a disposizione finalmente il nostro stadio. Al di là di quello che possa essere il mio futuro”.

La società ha chiamato a raccolta i tifosi. Possono essere la loro l’arma in più di questo Cetraro?
“Assolutamente si. Il pubblico è stato sempre il 12° uomo di questa squadra. Abbiamo bisogno di loro. Vogliamo vincere per loro. Sono sicuro che risponderanno presente anche sabato e ci spingeranno per 90 minuti come hanno sempre fatto finora. Sperando di poter festeggiare insieme”. (Antonio Clausi)

Related posts