Tutte 728×90
Tutte 728×90

Berretti, il Cosenza sfiora il successo. Ma col Trapani è 0-0

Berretti, il Cosenza sfiora il successo. Ma col Trapani è 0-0

Il Cosenza ferma la vicecapolista sfiorando la vittoria con Nicoletti (palo) e con Belcastro. Fondamentali le parate del pipelet rossoblù Quintiero che ha evitato un immeritato passivo.

Trapani a caccia del primato in classifica, Cosenza al quarto posto con vista playoff. Sul sintetico della Popilbianco, i rossoblù hanno accolto con questi presupposti i pari età siciliani, desiderosi di dimostrarsi all’altezza con la capolista Catania. La leadership torneo Berretti, nel girone dei Lupacchiotti, è infatti affare riservato alle due isolane.

Scalise si affida a Belcastro come terminale offensivo, garantendogli il supporto di Caruso e Nicoletti, mentre Capuano affida la difesa dei pali a Compagna e dà a Musso il computo di scardinare la retroguardia calabrese. Partono bene i rossoblù che sfiorano subito il gol con Nicoletti, che non ha fortuna in area di rigore. Al 21’ si fanno vivi gli ospiti e Quintiero è costretto a smanacciare un tiro in corner che sarebbe finito in rete.

La Berretti del Cosenza non si mostra intimorita dalla differenza di qualità e alla mezzora sembra poter sfruttare al meglio un errato disimpegno dei granata. Nicoletti si fionda su un pallone vagante e tira, ma è il montante a negargli la gioca della rete. Da qui al break, il Trapani bussa in tre occasioni, ma il pipelet dei Lupi e un po’ di fortuna evitano guai peggiori.

La ripresa inizia con lo stesso trend di come si è conclusa la prima frazione. Al 10’ D’Angelo calcia di controbalzo e centra la traversa. La palla va a caccia di un padrone e con una zuccata Musso la indirizza in rete. Quintiero è miracoloso e salva il Cosenza. Al 20’ sono i Lupacchiotti a recriminare, colpa di Belcastro che, a porta vuota, ciabatta la sfera di cuoio. La partita offre poco fino alla fine, se non tante proteste nei confronti dell’arbitro che trova il tempo di espellere Scalise per proteste e il preparatore atletico Sidoti.

 

Il tabellino:
COSENZA: Quintiero; L. Nicoletti (8’ st Pace), Pansera, De Rose; Santangelo, Collocolo, Caruso (35’ st A. Annone), Greco; F. Nicoletti; Azzinnari, Belcastro (31’ st Crispino). A disp.: Martino, Chiodo, Chiappetta, Milana, Annone, Bilotta. All.: Scalise.
TRAPANI (3-5-2): Compagno; Culcasi, Ingoglia (25’ st Trapani); Mulé; Tornetta, Benivenga Novara, Vella, D’Anca (12’ st Lombino); D’Angelo, Musso. A disp.: Ingrassia, Bosco, Mattaliano, Milito, Carollo, Marino. All.: Firicano
ARBITRO: Cropalati di Rossano
NOTE: Presenti circa 100 spettatori. Prima della partita osservato un minuto di raccoglimento in memoria del capitano della Fiorentina Davide Astori, deceduto domenica scorsa. Espulsi: Scalise (allenatore Cosenza) e Sidoti (preparatore atletico Cosenza) per proteste. Ammoniti: Pace, Belcastro (C), D’Anca (T). Angoli: 4-4. Recupero: 1’ pt – 4’ st.

 

Related posts