Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, tutto dipende da Mungo

Cosenza, tutto dipende da Mungo

Se come pare Braglia dovesse puntare sul fantasista, in base alla sua posizione (trequartista o mezzala) verrebbe fuori il resto della formazione anti-Bisceglie. Lutto per Trinchera.

Tutto l’organico rossoblù è a disposizione di Piero Braglia che a Bisceglie cercherà di invertire il trend negativo che vede il Cosenza senza vittorie ormai da cinque giornate più la semifinale sfortunata di Viterbo. Proprio in ottica Coppa Italia, è impossibile che il trainer toscano non tenga conto degli squalificati Corsi, Loviso e Mungo. Almeno due dei tre calciatori partiranno dall’inizio contro il Bisceglie, soltanto il regista è in ballottaggio con Palmiero. Alla fine, però, dovrebbe spuntarla.

«Trovato e Camigliano sono recuperati, ma non credo troveranno spazio domani a differenza di martedì» ha detto l’allenatore lasciando quindi ipotizzare un solo ballottaggio davanti a Saracco. Tra Pascali e Pasqualoni, tuttavia, sembra in vantaggio l’esperto stopper ex Killmarnock.

Dualismo Loviso-Palmiero a parte, c’è da capire se Mungo verrà utilizzato come a Viterbo in Coppa Italia. La sua posizione di interno di centrocampo permetteva ai rossoblù di aprirsi a ventaglio con una sorta di 3-4-3 quando c’era da attaccare. Nel caso Braglia volesse riproporre l’esperimento, Calamai si accomoderebbe in panchina. Sulle fasce Corsi e Ramos (più di D’Orazio) saranno chiamati ad eseguire alla lettere le indicazioni riguardanti le due fasi.

Al fianco di Perez, infine, se non dovesse toccare al tuttocampista ci sarebbe presumibilmente Okereke. Tutino e Baclet paiono destinati alla panchina, pronti a subentrare a partita in corso.

LUTTO. «La società Cosenza Calcio esprime, in tutte le proprie componenti, il più sentito cordoglio per la scomparsa della nonna del Direttore Sportivo rossoblù Stefano Trinchera. Alla famiglia giunga la vicinanza della società tutta». (Francesco Pellicori)

Related posts