Cosenza Calcio

A Bisceglie è un Cosenza sterile, ma in dieci uomini lo 0-0 va bene

Perez e Baclet fanno poco o niente davanti, poi vengono espulsi Braglia e Dermaku e il match cambia. Decisive due parate di Saracco nella ripresa.

Sesta partita senza vittoria per il Cosenza, ma a Bisceglie per come si erano messe le cose è stato importante non perdere. La sterilità offensiva di Perez e le parate di Saracco sono gli elementi da cui inevitabilmente bisognerà ripartire. Rossoblù che però continuano a collezionare cartellini rossi: stavolta sotto la doccia sono finiti prima Braglia e poi Dermaku. Lo 0-0, in fin dei conti, può andare bene. La partita importante sarà quella di mercoledì.

La formazione iniziale è condizionata dagli improvvisi ko di Bruccini e Pasqualoni e dalle squalifiche che impediranno a Corsi, Mungo e Loviso di partecipare alla semifinale di ritorno della Coppa Italia di Lega Pro contro la Viterbese. Giocano tutti e tre dal 1’, con il terzino e il regista nei loro consueti ruoli e con il fantasista a fare la mezzala con Calamai. Per il resto, Braglia manda in campo i soliti: Idda-Dermaku-Pascali davanti a Saracco e D’Orazio a sinistra. Ramos invece si accomoda in panchina con Tutino e Okereke. Per la prima volta tocca a Baclet sostenere Perez. Mancini dal canto suo presenta uno schieramento a specchio, dove D’Ursi e Jovanovic sono i terminali offensivi. Agisce a destra, invece, il brasiliano Dentello Azzi che Trinchera voleva prendere a gennaio durante l’ultimo giorno di mercato.

Nessuna emozione degna di nota nel primo tempo, con le due formazioni che lottano molto a centrocampo e che vede le rispettive difese prevalere sugli attaccanti. Da una parte Perez e Baclet, dall’altra i rispettivi colleghi sono preda facile degli stopper e il gioco ne risente, specialmente perché l’intensità è alta. Il pallino del gioco ce l’ha in mano il Cosenza grazie al maggiore tasso tecnico, ma gli unici veri appunti presi sono il ko di Loviso (dentro Palmiero) e l’espulsione di Braglia per proteste.

Nella ripresa il Cosenza resta in inferiorità numerica dopo 10’: Dermaku, già ammonito, stende Jovanovic e finisce sotto la doccia anzitempo. Sulla punizione di Toksic Saracco salva i suoi e Occhiuzzi sistema momentaneamente la squadra con il 4-3-2. Quando entra Camigliano si torna al 3-5-1 e il Bisceglie prende campo: è ancora il pipelet dei Lupi a salvare la baracca su una staffilata di D’Ursi. Gli ingressi contemporanei di Tutino e Okereke sortiscono l’esffetto sperato e tengono lontani i nerazzurri. Al fischio finale nessun vincitore. (Antonello Greco)

CRONACA.
1’ Inizia il match. Cosenza in divisa bianca, Bisceglie in maglia nerazzurra
5′ Il primo tiro è del Cosenza con Corsi che ci prova dal limite ma Crispino non si fa sorprendere e blocca la sfera senza problemi
8′ Grande azione di Perez che di forza guadagna la corsia di destra e mette una palla tesa al centro, la sfera attraversa tutta l’area di rigore ma nessun calciatore rossoblù riesce ad intervenire
15′ Risolo ci prova dalla distanza ma il suo tiro termina abbondantemente sopra la traversa
16′ Occasionissima per il Cosenza con Perez che riceve palla davanti a Crispino e prova a scavalcarlo in uscita con un pallonetto ma Markic salva tutto allontanando di testa
27′ Primo cambio per il Cosenza. Fuori Loviso e dentro Palmiero
37′ Allontanato  mister Braglia per proteste
39′ Padroni di casa pericolosi con Markic di testa ma Saracco si fa trovare pronto. Il direttore di gara, però, ferma il gioco per un fallo in attacco
42′ Cosenza pericoloso. palla messa al centro per Perez che però non riesce a colpire la sfera
45′ Tre minuti di recupero
45’+3′ Finisce la prima frazione di gioco con il risultato di parità
SECONDO TEMPO.
1′ Riprende il match. Le due squadre rientrano in campo. Nessun cambio ad inizio ripresa
7′ D’ursi ci prova dalla distanza ma Saracco blocca a terra senza problemi
10′ Dermaku commette fallo su Jovanovic, il direttore di gara estrae il secondo giallo per il difensore rossoblù mandando il calciatore silano sotto la doccia. Cosenza in dieci
24′ Esce Baclet ed entra Camigliano
27′ Gol annullato al Bisceglie per un fallo su Pascali
28′ Doppio cambio per il Bisceglie. Fuori Montinaro e Jovanovic, dentro Ayina e Prezioso
35′ D’ursi vicino al gol con un tiro dalla distanza, saracco respinge in angolo. dagli sviluppi nulla di fatto
36′ Doppio cambio per il Cosenza. Dentro Tutino e Okereke, fuori Perez e Mungo
39′ Cambio per il Bisceglie. Fuori Toskic e dentro Vrdoljak
45′ Quattro minuti di recupero
45’+2′ Vrdoljak ci prova dalla distanza ma il suo tiro termina fuori
45’+4′ Termina il match a reti inviolate

 

Il tabellino:
BISCEGLIE (3-5-2): Crispino; Delvino, Markic, Jurkic; Azzi, Montinaro (27’ st Ayina), Toskic (39’ st Vrdoljak), Risolo, Giron; D’Ursi, Jovanovic (27’ st Prezioso). A disp.: Vassallo, Alberga, Colella, Russo, Diallo, Petta, D’Ancora, Migliavacca, Pirolo. All.: Mancini
COSENZA (3-5-2): Saracco; Idda, Dermaku, Pascali; Corsi, Calamai, Loviso (27’ pt Palmiero), Mungo (36’ st Tutino), D’Orazio; Baclet (24’ st Camigliano), Perez (36’ st Okereke). A disp.: Zommers, Boniotti, Ramos, Trovato, T. Braglia. All.: Braglia P.
ARBITRO: Garofalo di Torre del Greco
MARCATORI:
NOTE: Spettatori circa 1500 con rappresentanza ospite. Osservato un minuto di silenzio in memoria di Davide Astori. Allontanato al 36’ pt il tecnico del Cosenza Braglia per proteste. Espulso al 9’ st Dermaku (C). Ammoniti: Toskic (B), Mungo (C), Vrdoljak (B). Angoli: 6-2. Recupero: 3’ pt – 4’ st

 

 

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina