Serie C

Sale il Trapani, Lecce e Catania frenano. Tabellini e voti dopo la 29° giornata di Serie C/C

La capolista fermata dal Matera, mentre il Trapani sbanca Catanzaro. Il Catania non va oltre lo 0-0 con la Sicula Leonzio. La Juve Stabia ne fa sette all’Akragas, Siracusa ko.

Nella 29esima giornata del campionato di Serie C girone C il Cosenza non va oltre il pari a reti inviolate sul terreno di gioco del Bisceglie. Pari che consente comunque ai rossoblù di rimanere in zona play-off. Quarta vittoria consecutiva per il Trapani che espugna il terreno di gioco del Catanzaro per 2-1. I gol vittoria dei siciliani portano la firma di Polidori ed Evacuo. Tutto facile per la Juve Stabia che rifila ben 7 reti al malcapitato Akragas. Da segnalare la tripletta di Simeri per le vespe. Colpaccio del Monopoli che espugna il terreno di gioco della Reggina per 2-1 grazie alle reti di Genchi e Mangni. Crolla il Rende sul terreno di gioco della Paganese per 3-0. In gol per i campani Cuppone e due volte Scarpa. Torna al successo il Fondi che batte nello scontro salvezza l’Andria per 1-0. Il gol vittoria porta la firma di Mastropietro. Colpaccio della Casertana che espugna il terreno di gioco del Siracusa per 1-0 grazie alla rete messa a segno nel primo tempo da Turchetta. Terminano, infine, a reti inviolate le sfide tra Lecce-Matera e Sicula Leonzio-Catania. Ecco tutti i tabellini. (Antonello Greco)

LECCE-MATERA 0-0
LECCE (4-3-1-2): Perucchini 6; Lepore 5, Cosenza 6, Marino 5.5, Di Matteo 5.5 (36′ st Legittimo sv); Armellino 5.5, Arrigoni 5.5, Selasi 5.5 (12′ st Tabanelli 5.5); Mancosu 5.5; Saraniti 5.5 (13’st Di Piazza 5.5), Dubickas 5.5 (19′ st Torromino 5.5). A disp.: Chironi, Valeri, Megelatis, Tsonev, Ciancio, Gambardella, Persano. All.: Liverani 5.5
MATERA (4-2-3-1): Tonti 5.5, Angelo 6, Di Sabatino 6, De Franco 6, Sernicola 6; Urso 6, Casoli 6; Tiscione 6 (45′ st Giovinco sv), Strambelli 6 (20’st Sartore 5.5), Di Livio 6 (31’st Maiamone 5.5); Dugandzic 6 (32’st Salandria 5.5). A disp.: Mittica, Scognamillo, Taccogna, Gigli. All.: Cassia (Auteri squalificato) 6
ARBITRO: Massimi di Termoli
NOTE: pomeriggio con cielo in parte coperto e con vento di tramontana, spettatori 9.596 (presenti anche un centinaio di tifosi materani) per un incasso totale di 64.545 euro. Ammoniti: Di Matteo, Armellino, Sabatino, De Franco. Angoli 7-6 . Recupero: 1′; 4′.


CATANZARO-TRAPANI 1-2
CATANZARO (4-3-3): Nordi 6; Zanini 5 (1’ st Spighi 5.5), Riggio 5.5, Gambaretti 5 (34’ st Sabato sv), Nicoletti 5.5 (26’ st Corado 6); Marin 6, Maita 6, Onescu 6.5; Puntoriere 5.5 (1’ st Letizia 6; 38’ st Valotti sv), Infantino 6, Falcone 6. A disp.: Marcantognini, Cason, Van Ransbeek, Cunzi, Di Nunzio, Badjie, Sepe. All.: Pancaro 5
TRAPANI (3-5-2): Furlan 6; Fazio 6, Drudi 6.5, Silvestri 6; Marras 6.5 (43’ st Visconti sv), Scarsella 6, Corapi 7 (37’ st Steffè sv), Palumbo 6, Rizzo 6; Evacuo 6.5, Polidori 6.5 (34’ st Murano sv). A disp.: Pacini, Ferrara, Pagliarulo, Dambros, Canino, Girasole, Minelli, Aloi. All.: Calori
ARBITRO: Meraviglia di Pistoia
MARCATORI: 40’ pt Polidori (T); 6’ st rig Infantino (C); 12’ st Evacuo (T)
NOTE: Spettatori 3.196 di cui 1.826 abbonati con 13 tifosi trapanesi. Incasso Euro 24.166. Angoli: 9-6; Recupero: pt 1’ – st 5’. Ammoniti: Marin, Gambaretti (C); Evacuo, Scarsella (T). Espulso: 13’ st Evacuo (T) per doppia ammonizione


SICULA LEONZIO-CATANIA 0-0
SICULA LEONZIO (4-3-3): Narciso 6.5; De Rossi 6, Aquilanti 6, Camilleri 6.5, Squillace 6; D’Angelo 6, Esposito 6, Davì 6; Bollino 5.5 (29′ st Gammone sv), Lescano 5.5 (22′ st Foggia 6), Arcidiacono 5.5 (29′ st Russo). A disp.: Ciotti, Pollace, Giuliano, Granata, Monteleone, Cozza, Petermann, De Felice. All.: Diana 6.5
CATANIA (4-1-4-1): Pisseri 6; Aya 6.5, Blondett 7, Bogdan 6.5, Marchese 6; Biagianti 6 (25′ st Bucolo 6); Barisic 6 (36′ st Brodic sv), Lodi 5.5, Mazzarani 5 (25′ st Rizzo 5), Manneh 5 (18′ st Di Grazia 6); Curiale 5 (36′ st Ripa sv). A disp.: Martinez, Tedeschi, Semenzato, Porcino, Esposito, Fornito, Russotto. All.: Lucarelli 5.5
ARBITRO: Volpi di Arezzo
NOTE: Spettatori circa 3.500 (1.200 da Catania). Espulso Lodi (C) al 49′ st per proteste. Ammoniti Bollino, Mazzarani, Camilleri, Bogdan, Narciso. Angoli 4-4. Recupero: 2′ pt – 6′ st


SIRACUSA-CASERTANA 0-1
SIRACUSA (4-2-3-1): Tomei 6; Daffara 5 (12′ st Mancino 6), Giordano 5, Altobelli 5.5, Liotti 5.5; Toscano 6 (35′ st Calil sv), Palermo 5; De Silvestro 5 (12′ st Mangiacasale 5.5), Catania 5, Marotta 5 (1′ st Parisi 6); Bernardo 5 (12′ st Mazzocchi 5.5). A disp.: D’Alessandro, Bruno, Punzi, Turati, Di Grazia, Vicaroni, Spinelli. All.: Bianco 5.5
CASERTANA (4-4-2): Forte 6; Finizio 6.5, Lorenzini 7, Polak 6.5, D’Anna 6 (45′ st Carriero sv); Meola 6, De Rose 6.5, Romano 6.5, Pinna 6; Alfageme 7 (30′ st Padovan sv), Turchetta 7 (42′ st De Vena sv). A disp.: Cardelli, Forte (II), Cigliano, Santoro, Minale, Tripicchio. All.: D’Angelo 6.5
ARBITRO: Fiorini di Frosinone
MARCATORE: 31′ pt Turchetta
NOTE: Spettatori 1600 circa. Ammoniti Giordan, De Rose, Lorenzini, Catania. Angoli 4-2 per il Siracusa. Recupero: 1′ pt – 5′ st


JUVE STABIA-AKRAGAS 7-0
JUVE STABIA (4-3-3): Branduani sv; Nava 6, Bachini 6 (8’ st Redolfi 6), Allievi 6, Crialese 6; Mastalli 7.5 (19’ st Calò 6), Vicente 6.5, Viola 6 (8’ st Matute 6); Stefezza 6.5 (24’ st D’Auria 6), Paponi 6.5 (8’ st Simeri 8), Canotto 7. A disp.: Pezzella, Dentice, Severini, Gaye, Berardi, Franchini, Sorrentino. All.: Ferrara-Caserta 6.5
AKRAGAS (3-5-2): Vono 5.5; Ioio 5 (20’ st Raucci 5.5), Mileto 5.5, Danese 5.5; Scrugli 5.5 (1’ st Petrucci 5.5), Navas 5.5 (1’ st Caternicchia 5), Sanseverino 5.5 (1’ st Carrotta 5.5), Zibert 5.5, Pastore 5.5; Dammacco 5.5, Camarà 5 (20’ st Minacori 5.5). A disp.: Lo Monaco, Saitta, Gjuci, Bramati. All.: Di Napoli 5
ARBITRO: Donda di Cormons
MARCATORI: 21’ pt Mastalli, 29’ pt Paponi, 39’ pt Strefezza, 43’ pt Canotto; 9’ st Simeri, 12’ st Simeri, 32’ st Simeri
NOTE: spettatori 550 circa. Ammonito: Sanseverino. Angoli: 4-0 per la Juve Stabia. Recupero: 2’ pt – 0’ st


PAGANESE-RENDE 3-0
PAGANESE (3-5-2): Galli 6; Meroni, Piana 6.5, Carini 6; Ngamba 6.5, Tascone 6 (26′ st Bensaja 6), Nacci 6 (36′ st Bernardini sv), Scarpa 7.5, Della Corte 6.5; Cernigoi 6 (16′ st Boggian 6), Cuppone 7 (16′ st Talamo 5). A disp.: Marone, Tazza, Maiorano, Pavan, Acampora, Cesaretti, Dinielli, Grillo. All.: De Sanzo 7
RENDE (3-5-2): De Brasi 5.5; Cuomo 5 (40′ st Sanzone sv), Porcaro 4.5, Pambianchi 5; Godano 5 (16′ st Felleca 5), Rossini 5 (7′ st Gigliotti 5.5), Laaribi 4.5, Franco 5.5, Marchio 4.5 (7′ st Blaze 5.5); Actis Goretta 5 (7′ st Ferreira 6), Ricciardo 5. A disp.: Polverino, Viteritti, Boscaglia, Piromallo, Germinio, Coppola, Vivacqua. All.: Trocini 5
ARBITRO: Cudini di Fermo (De Palma – Dibenedetto)
MARCATORI: 41′ pt Cuppone,  6′ st (rig.) e 25′ st Scarpa
NOTE: Spettatori 500 circa. Espulso al 47′ st Talamo (P) per condotta violenta. Ammoniti: Cuomo, Tascone, Blaze. Angoli 3-2 per il Rende. Recupero: 0′ pt – 4′ st


BISCEGLIE-COSENZA 0-0
BISCEGLIE (3-5-2): Crispino 6; Delvino 6.5, Markic 6.5, Jurkic 6; Azzi 7, Montinaro 6 (27’ st Ayina 5.5), Toskic 6 (39’ st Vrdoljak SV), Risolo 6, Giron 6; D’Ursi 6, Jovanovic 6 (27’ st Prezioso 6). A disp.: Vassallo, Alberga, Colella, Russo, Diallo, Petta, D’Ancora, Migliavacca, Pirolo. All.: Mancini 6
COSENZA (3-5-2): Saracco 7; Idda 6.5, Dermaku 4.5, Pascali 6; Corsi 6, Calamai 6, Loviso 6 (27’ pt Palmiero 6), Mungo (36’ st Tutino sv), D’Orazio 6; Baclet 6 (24’ st Camigliano 6), Perez 6 (36’ st Okereke sv). A disp.: Zommers, Boniotti, Ramos, Trovato, T. Braglia. All.: Braglia P. 6
ARBITRO: Garofalo di Torre del Greco
NOTE: Spettatori circa 1500 con rappresentanza ospite. Osservato un minuto di silenzio in memoria di Davide Astori. Allontanato al 36’ pt il tecnico del Cosenza Braglia per proteste. Espulso al 9’ st Dermaku (C). Ammoniti: Toskic (B), Mungo (C), Vrdoljak (B). Angoli: 6-2. Recupero: 3’ pt – 4’ st


FONDI-FIDELIS ANDRIA 1-0
FONDI (3-5-2): Elezaj 6.5; Polverini 6.5, Ghinassi 6.5, Mangraviti 6.5; Vastola 7, De Martino 6, Ricciardi 7 (33’ st Addessi sv), Corticchia 6 (25’ st Vasco 5), Paparusso 6; Mastropietro 6.5 (25’ st Nolè 6), Corvia 6 (19’ st Lazzari 6). A disp.: Cojocaru, Maldini, Pompei, Stikas, Galasso, Quaini, Sakaj, Pezone. All.: Sanderra 6.5
FIDELIS ANDRIA (3-5-2): Maurantonio 5; Celli 5.5, Quinto 5.5, Tiritiello 6; Di Cosmo 5 (44’ st Lobosco sv), Piccinni 6, Matera 6 (19’ st Croce 6), Longo 6, Lancini 4.5; Lattanzio 6, Scaringella 5 (19’ st Cappiello 5.5). A disp.: Cilli, Colella, Scalera, Turi, Esposito, Ippedico, Liguori, Taurino. All.: Papagni 5.5
ARBITRO: Annaloro di Collegno
MARCATORE: 26’ pt Mastropietro
NOTE: spettatori 280 circa. Espulsi: Lancini, all’11’ st, per doppia ammonizione; Vasco, al 49’ st, per proteste. Ammoniti: De Martino, Vastola, Corvia, Addessi, Celli, Cappiello. Angoli: 8-4 per il Fondi.


REGGINA-MONOPOLI 1-2
REGGINA (3-5-2): Cucchietti 5; Auriletto 5.5 (33’ st Pasqualoni 5.5), Ferrani 5, Gatti 5.5; Hadziosmanovic 5 (33’ st Sparacello 5.5), Marino 5 (13’st Provenzano 5.5), La Camera 4.5, Castiglia 5.5, Armeno 5; Tulissi 5, Bianchimano 7 (41’ st Samb sv). A disp.: Licastro, Turrin, Bezziccheri, Giuffrida, Condemi, Mezavilla, Arras, Franchi. All.: Maurizi 5
MONOPOLI (3-4-1-2): Bardini 6; Bei 6, Bacchetti 4.5, Ferrara 6; Rota 6, Scoppa 6, Sounas 6, Donnarumma 6 (32’ st Mercadante 6); Mavretic 5.5 (14’ st Longo 6); Genchi 6.5 (25’ st Mangni 7), Salvemini 5.5 (14’ st Sarao 6). A disp.: Levandowski, Convertini, Benassi, Minicucci, Paolucci, Tafa, Russo, Eleuteri. All.: Scienza 7
ARBITRO: Miele di Nola
MARCATORI: 17’ pt Bianchimano (R), 34’ pt Genchi (M), 31’ st Mangni (M)
NOTE: giornata di sole, terreno in discrete condizioni, spettatori 4.920 (868 i paganti) per un incasso di 1.810,00 euro. Un sessantina i tifosi ospiti al seguito. Ammoniti: Genchi, Rota, Sounas, Bianchimano, Cucchietti, Castiglia, Armeno, Tulissi. Espulsi: Bacchetti e La Camera per reciproche scorrettezze. Angoli: 2 a 2. Recupero: 0’ pt – 4’st.

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina