Tutte 728×90
Tutte 728×90
Tutte 728×90

Riforma ordinamento penitenziario, astensione della Camera Penale di Cosenza

Riforma ordinamento penitenziario, astensione della Camera Penale di Cosenza

La Camera Penale “Fausto Gullo” di Cosenza ha deliberato l’adesione alla proclamazione, da parte dell’Unione delle Camere Penali Italiane, dell’astensione da tutte le udienze penali dei giorni 13 e 14 marzo.


La mancata riforma dell’Ordinamento penitenziario costituisce la ragione di tale decisa iniziativa dei penalisti italiani.

Nella nota diramata dalla Camera Penale bruzia si critica duramente l’atteggiamento degli Organi di governo rimasti fermi rispetto alle inascoltate -seppure reiterate- richieste provenienti dall’Avvocatura penalista, concernenti lo stralcio della riforma penitenziaria dal controverso contesto della riforma delle norme sostanziali e del processo penale.

Piena ed incondizionata solidarietà, inoltre, viene espressa sia a Rita Bernardini, per la  lunga e civile protesta che da tempo sta attuando in favore dei diritti dei detenuti. E’ rappresentata, inoltre, la necessità di coordinare gli sforzi di coloro che vogliono l’attuazione della Riforma, i penalisti italiani, dovendosi da un lato necessariamente ottemperare all’obbligo imposto dalla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, da più di cinque anni, e risultando dall’altro evidente l’insuccesso di una politica esclusivamente carcerogena e carcerocentrica che, ponendosi in contrasto con il principio costituzionale dell’art. 27, colloca esclusivamente nell’esecuzione delle pene detentive le aspettative securitarie della intera collettività.

Il Direttivo della Camera Penale di Cosenza, per il giorno 13 marzo, in occasione della prima giornata di astensione, ha convocato l’assemblea dei propri iscritti nel Tribunale di Cosenza indicando, nel primo punto all’ordine del giorno, l’ampia discussione sulla mancata attuazione della riforma dell’Ordinamento penitenziario.

Related posts