Tutte 728×90
Tutte 728×90

Guarascio: «Non parlo mai degli arbitri, possiamo andare in finale»

Guarascio: «Non parlo mai degli arbitri, possiamo andare in finale»

Il presidente del Cosenza Guarascio poi, a sorpresa, guarda oltre Campagnano: «Fusione col Rende? In Calabria dobbiamo arrivare a ragionare unitamente da un punto di vista regionale».

Alla vigilia della partita con la Viterbese in programma per questo pomeriggio (fischio d’inizio ore 14.30) al Marulla è il presidente Eugenio Guarascio che muove le acque. Non tanto per il solito stile democristiano nell’approcciarsi alle polemiche arbitrali, ma quanto per aver risposto in maniera sibillina a chi gli chiedeva di una possibile fusione col Rende.

Da parte del patron rossoblù non è arrivata alcuna chiusura netta, anzi nella sua risposta parla quasi come se volesse lanciare dei messaggi. «Fusione col Rende? In Calabria dobbiamo arrivare a ragionare unitamente da un punto di vista regionale – ha detto Guarascio durante “I fatti del pallone” in onda su LaC TV – Perché, ad esempio, non sfruttare l’altopiano della Sila per farne un punto di riferimento sportivo per il Meridione?».

Guarascio ripropone poi il solito ritornello di come sia difficile fare calcio in Lega Pro. «La Serie C è un massacro: quattro squadre promosse su cinquantasette, senza possibilità di avere un confronto a livello nazionale. Credo sia più facile il salto dalla B, che Cosenza merita, alla A».

L’unica risposta leggermente piccata che Guarascio fornisce è nei confronti di Camilli («ha perso un’occasione per stare zitto. Noi presidenti dobbiamo rispettare i principi di lealtà che regolano il mondo del calcio»), poi torna a vestire i panni del normalizzatore dalle colonne del Corriere dello Sport parlando della semifinale di ritorno con la Viterbese.

«Non ho mai puntato il dito su un arbitro, e mai lo farò – aggiunge Guarascio riferendosi al match di andata – Sulla sfida di oggi siamo fiduciosi perché la rosa è ampia e, nonostante le assenze di rilievo, sono sicuro che chi andrà in campo farà appieno il proprio dovere. Ce la giocheremo fino in fondo».

Guarascio chiude parlando dell’attacco, da settimane ormai a secco di reti. «Penso che il reparto sia assortito bene. Perez, Baclet, Tutino e Okereke sono giocatori che possono decidere le sorti di un incontro in qualsiasi momento. Ci sono le condizioni per arrivare in finale. Confido nell’apporto dei tifosi».

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it