Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rende, il calo è netto. Nuovo ko in casa della Sicula Leonzio (1-0)

Rende, il calo è netto. Nuovo ko in casa della Sicula Leonzio (1-0)

Una prodezza di Esposito regala i tre punti della Sicula Leonzio che in classifica supera momentaneamente il Cosenza. Il Rende bene nel primo tempo, ma la flessione è evidenziata da una ripresa abulica.

Quarta partita di fila senza vittoria per il Rende che inizia ad accusare, nel rendimento e nei numeri, gli sforzi profusi per tre/quarti di stagione. Poco male considerando l’obiettivo iniziale, un campanello d’allarme se tecnico e società iniziavano a fare la bocca buona a posizioni di alta classifica in ottica playoff. La Sicula Leonzio invece continua a marciare spedita salutando definitivamente la zona playout e, in attesa della gara di domani, superando momentaneamente perfino il Cosenza al nono posto. In questo senso la prodezza di Esposito vale oro colato

LE SCELTE. Trocini continua a far ruotare gli uomini a sua disposizione e davanti a De Brasi schiera Germinio e Pambianchi ai lati di Cuomo. In mediana è Godano a giocare a tutto campo sull’out di destra, mentre dall’altra parte Blaze conserva il suo posto. Laaribi in cabina di regia è coadiuvato dai muscoli e dal dinamismo di Rossini e Gigliotti, mentre Rossini-Ferreira è la coppia di attaccanti. Il 3-5-2 continua ad essere un dogma per il tecnico biancorosso. Dal canto suo Diana opta per il 4-3-3 dove Bollino e Arcidiacono agiscono ai lati di Foggia e godono del supporto della mezzala Marano.

STRANEZZE DEL CALCIO. Sono gli ospiti a partire meglio e dopo 8’ la palla del vantaggio capita sui piedi dell’ex di turno Ferreira. Solo nell’area piccola, cicca clamorosamente la sfera e dilapida una colossale occasione. Poco dopo Petermann salva i suoi chiudendo sul filtrante di Ferreira per l’accorrente Rossini. Il Rende sembra gestire meglio le operazioni di gioco e al 25’ per poco Narciso non combina un pasticcio su un corner tagliato battuto da Laaribi. Come spesso avviene, chi gioca peggio spesso è premiato da una legge non scritta del calcio. E’ così che la Sicula passa al 41’. Esposito recupera palla in mezzo sfruttando uno svarione del playmaker Laaribi, salta Gigliotti e calcia da trenta metri sotto l’incrocio: l’eurogol manda le squadre al riposo con i siciliani in vantaggio.

SBADIGLI. Ripresa al via con Bollino che timbra il palo in avvio. L’estroso calciatore vince un contrasto con Cuomo, apparso troppo leggero nella situazione, e a giro inganna De Brasi che aveva battezzato fuori il tiro. Sul tap-in è pronto Arcidiacono, ma il pipelet del Rende stavolta è attento a chiudere l’ex Cosenza. Al 15’ prima occasione del match per Ricciardo. Rossini crossa dalla sinistra, Ferreira fa la sponda per il compagno che in girata calcia alto. Trocini capisce che qualcosa non va e opta per un triplo cambio: fuori entrambi gli esterni per Viteritti e Felleca, in più butta nella mischia Franco richiamando Laaribi. Tatticamente non cambia nulla nemmeno dieci minuti dopo quando Vivacqua prende il posto di Ferreira. Una vera reazione non c’è e gli uomini di Diana si accontentano di controllare senza sudare troppo. Anzi, quando possono innescano le ali che qualche grattacapo agli avversari lo creano sempre. Nemmeno gli sforzi finali del Rende, posizionandosi col tridente per sfruttare i centimetri di Goretta, danno i frutti sperati. Il Rende è in netta flessione, tutto l’opposto della Sicula che strappa applausi e punti da un po’ di settimane. (Giulio Cava)

 

Il tabellino:
SICULA LEONZIO (4-3-3)
: Narciso 6.5; De Rossi 6, Aquilanti 5.5, Camilleri 6, Squillace 6; Petermann 6.5 (43’ st Davì sv), Esposito 7, Marano 6 (38’ st D’Angelo sv); Bollino 6.5 (31’ st Russo 6), Foggia 5.5 (38’ st Lescano sv), Arcidiacono 6.5 (43’ st Pollace sv). A disp.: Ciotti, Giuliano, Granata, Monteleone, Cozza, Gammone, De Felice. All.: Diana 6.5
RENDE (3-5-2): De Brasi 6; Germinio 6, Cuomo 5.5, Pambianchi 6; Godano 5.5 (19’ st Viteritti 6), Gigliotti 5 (39’ st Actis Goretta sv), Laaribi 5 (19’ st Franco 6), Rossini 6.5, Blaze 5 (19’ st Felleca 5.5); Ricciardo 5.5, Ferreira 5.5 (28’ st Vivacqua 5.5). A disp.: Polverino, Marchio, Sanzone, Porcaro, Coppola, Boscaglia, Piromallo. All.: Trocini 5.5
ARBITRO: Natilla di Molfetta
MARCATORI: 41′ pt Esposito (SL)
NOTE: Spettatori circa 500 con sparuta rappresentanza ospite. Ammoniti: Germinio (R), Laaribi (R), Camilleri (SL). Angoli: 5-3 per la Sicula Leonzio. Recupero 1’ pt – 5′ st

 

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it