Tutte 728×90
Tutte 728×90
Tutte 728×90

Servizi “Al Volo” implementati, nuove Circolari veloci e geolocalizzazione dei pullman sul cellulare

Servizi “Al Volo” implementati, nuove Circolari veloci e geolocalizzazione dei pullman sul cellulare

I servizi “Al Volo” dell’Amaco Spa per l’aeroporto di Lamezia e per la stazione dei treni di Paola, i servizi che sono attivi nel week end con un’attenzione speciale ai giovani che affollano i locali e alla conseguente tranquillità dei loro genitori, i servizi turistici, la geolocalizzazione dei pullman, la recente convenzione con Italobus che permette ai viaggiatori (essendo già in possesso di un biglietto Italobus da o per Cosenza), di spostarsi gratuitamente nell’area urbana sui bus di Amaco entro i 75 minuti successivi all’orario programmato di arrivo o precedenti a quello di partenza e, ancora, collegamenti ItaloBus raddoppiati e una apposita Circolare Amaco che percorre l’itinerario delle strutture ricettive culturali.


Progetti rodati e ulteriormente rafforzati, dove se ne inseriscono di nuovi, racchiusi nello slogan “Da Cosenza al mondo. Al volo”, pensato per una mobilità che nel capoluogo bruzio segue le linee di una città dinamica e sostenibile, fortemente attrattiva, una città d’arte sempre più visitata, secondo l’indirizzo dell’esecutivo Occhiuto. Proprio il Sindaco, questa mattina, insieme all’assessore alla Pianificazione urbana e alla Mobilità sostenibile Michelangelo Spataro, all’assessore al Turismo e al Marketing territoriale Rosaria Succurro e all’amministratore unico di Amaco Spa Paolo Posteraro, ha esposto alla stampa le iniziative complessive offerte sul territorio urbano riassumendole con le ultime novità.

Nel dettaglio, di seguito, una sintesi:

Servizio Al Volo Cosenza-Lamezia

Tariffa base: 20,00 euro; tariffa Young e Over 65: 15,00 euro; Tariffa Family (almeno 3 persone): 37,50 euro; Tariffa Gruppi (almeno 4 persone): 50,00 euro (sono previste ulteriori riduzioni per chi si reca nei punti di raccolta)

Servizio Al Volo Cosenza-Paola

Tariffa base: 10,00 euro; tariffa Family (almeno 3 persone): 21,00 euro; Tariffa Gruppi (almeno 4 persone): 28,00 euro (sono previste ulteriori riduzioni per chi si reca presso i punti di raccolta).

Servizi Al Volo Week-end

Venerdì e sabato sera dalle 20.00 alle 02.00 a soli 2,50 euro per spostamenti all’interno dell’area urbana di Cosenza per divertirsi in sicurezza e libertà.

Servizi Al Volo Tourism

Tutti i giorni a soli 2,50 euro, per raggiungere le strutture ricettive, i monumenti, i musei e tutti i luoghi di interesse turistico all’interno dell’area di Cosenza.

Per prenotare Al Volo si può accedere al sito web www.al-volo.eu, utilizzare l’app dedicata o chiamare il 328-9877343. Per Al Volo Week-end e Al Volo Tourism è necessario prenotare via telefono.

Ad aprire gli interventi nel salone di rappresentanza di palazzo dei Bruzi, questa mattina, è stato l’assessore Spataro: «L’Amministrazione comunale – ha esordito – continua a lavorare produttivamente e oggi rafforza il suo percorso nella rivisitazione della mobilità urbana ed extra urbana. Ci siamo fatti carico di rafforzare i servizi verso l’aeroporto di Lamezia e verso la stazione di Paola riscontrando un grande successo perché ultimamente la chiusura della galleria ferroviaria per il Tirreno ha creato diversi disagi ai cittadini. Inoltre, abbiamo previsto una specifica fermata presso il presidio ospedaliero di Paola dove i nostri cittadini purtroppo si recano con frequenza per cure terapiche pesanti e non sempre riescono a trovare chi li accompagni. La sinergia col settore del Turismo, poi, nasce naturale, considerando le tante opere realizzate che sono oggetto di attrattività. Il nostro appello si rivolge in tal caso agli imprenditori perché possano creare strutture alberghiere ricettive su Cosenza. Al momento restano infatti poche e insufficienti rispetto alla domanda, sebbene i nostri servizi Al Volo sono proprio per questo attivi da e per gli alberghi di Rende».

Da par suo, l’assessore al Turismo e al Marketing Rosaria Succurro aveva chiamato a raccolta alla conferenza stampa gli operatori del settore. Invito accolto da una larga partecipazione. «La collaborazione con Amaco e tutti gli attori turistici sta producendo i suoi frutti – ha detto – Grazie al servizio di trasporto pubblico urbano offriamo la possibilità di potersi muovere a chiamata all’interno della tratta urbana al costo di 2,50, con i mezzi che raggiungono direttamente gli hotel e i b&b. Sono del resto tanti i punti di ricezione turistica e culturale, tra la città nuova e la città vecchia, raggiungibili dagli alberghi e dalla stazione. A breve – ha anticipato – al di là del servizio a chiamata avremo il servizio di navetta turistica fissa che raggiungerà le strutture ricettive in modo da proiettare Cosenza sempre più in una dimensione europea. Anche la scelta dello slogan “Da Cosenza al mondo. Al volo”, non è casuale: abbiamo voglia di apertura, di affacciarci all’esterno».

È dunque toccato all’amministratore unico di Amaco Spa, Paolo Posteraro, entrare nel merito delle iniziative: «Abbiamo dato slancio ai nostri progetti per migliorare i servizi esistenti e implementarne di nuovi. Stiamo facendo tanto per migliorare la puntualità dei pullman di linea e geolocalizzarli. Al momento è possibile controllarne la localizzazione solo sul sito Amaco ma, presto, scaricando un’app su Android ed Apple store, si potrà vedere dove si trova precisamente l’autobus che si deve prendere ed entro quanto arriverà. L’utente avrà quindi notizie precise. Stiamo inoltre lavorando al perfezionamento dei tabelloni con gli orari e i minutaggi di arrivo alle fermate.

La Circolare Bianca serve già lungo la tratta dei centri ospedalieri e diagnostici. Mentre la Circolare turistica, che al momento è solo a chiamata, sarà attiva a breve come navetta e farà un percorso particolare che servirà tutto il centro storico e tutti i luoghi di interesse turistico-culturale. Stiamo però investendo molto – ha sottolineato Posteraro – sul servizio Al Volo a chiamata. Invito tutti a scaricare l’app o a chiamare l’efficiente call center a disposizione. È un servizio che prevede la prenotazione, molto ben gestito. Inoltre abbiamo realizzato i servizi, come si diceva, sulla storica tratta Cosenza-Lamezia e su quella Cosenza-Paola. Siamo anche molto orgogliosi del servizio Week end, nato da un’idea vulcanica del sindaco che lo scorso Capodanno si chiedeva come garantire un servizio per la notte di San Silvestro. Dopodiché abbiamo mantenuto quella iniziativa per i fine settimana, un servizio che ha un ottimo riscontro visto che ci sono circa cento chiamate a week end, perlopiù da giovanissimi. Il servizio dedicato ai turisti, poi, è unico.

Il prezzo più basso di qualsiasi taxi che esista al mondo. Ovviamente è anche dedicato alla cittadinanza e non solo ai visitatori. Amaco – ha aggiunto Posteraro – percorre due milioni di chilometri l’anno. Il servizio pubblico c’è. Detto questo stiamo mettendo in campo altri progetti. Vorremmo attivare un servizio di car sharing elettrico e siamo già al lavoro per lanciarlo al più presto insieme al ‘soccorso al volo’, servizio di assistenza domiciliare per persone non autosufficienti che hanno bisogno di essere raggiunti da personale infermieristico».

Il sindaco Mario Occhiuto ha tracciato le conclusioni evidenziando non solo i progressi nell’ambito della mobilità urbana sostenibile ma le trasformazioni a più ampio raggio che riguardano la città: «Cosenza sta diventando sempre più una città attrattiva – ha affermato – Io prevedo che nei prossimi due anni diventerà ancora più metà di turisti, dal momento che stiamo portando avanti spediti il nostro programma di cambiamento. La prossima settimana – ha annunciato – partiranno i lavori per la demolizione dell’ex hotel Jolly, dove sorgerà il Museo di Alarico, poi inaugureremo il Planetario che in Italia sarà secondo come dimensioni soltanto a quello di Milano. Sta per partire l’appalto per la navigabilità del fiume, la piazza nell’area di Gergeri che costeggerà il ponte, sempre disegnata da Calatrava».

L’idea di città del Sindaco, com’è noto, è di una città fatta per le persone e non per le macchine.

«Piazza dei bruzi – ha proseguito Occhiuto – sarà collegata con l’ultimo tratto di corso Mazzini ampliandosi in una grande piazza che sboccherà sull’isola pedonale. Via Popilia sarà compresa tra il Parco del benessere e il fiume navigabile e, attorno al fiume, si dislocheranno tutti questi episodi culturali come il Planetario, il Ponte di Calatrava, eccetera. Si sta definendo una città che si espande e si allunga coinvolgendo le zone popolari che così vengono riqualificate, dapprima aree marginali, ora unite con il centro urbano. Insomma: spazi di qualità che agiscono sulle zone periferiche costruite negli anni ‘60 e ‘70 senza alcuna qualità urbanistica. Ci interessa portare pezzi di città dove mancano, qualificando spazi pubblici aperti. È importante che gli operatori del settore turistico investano sulla nostra città, sono convinto che nel giro di due anni ci saranno ulteriori ricadute positive. Per non parlare del fatto che si può solo immaginare cosa significherebbe se agissimo finalmente in termini di Città unica, con servizi integrati in tutti i Comuni dell’area urbana».

Fra il pubblico, oltre agli operatori delle strutture ricettive e alle guide turistiche, erano presenti gli assessori Loredana Pastore, Francesco Caruso, Carmine Vizza, Matilde Spadafora Lanzino, i consiglieri comunali Gisberto Spadafora e Giuseppe D’ippolito, il dirigente Francesco Converso.

Related posts