Tutte 728×90
Tutte 728×90

Braglia: «Dedico la vittoria a mio figlio Thomas, lui sa perché»

Braglia: «Dedico la vittoria a mio figlio Thomas, lui sa perché»

Il tecnico del Cosenza Piero Braglia evidenzia: «Ho promosso Saracco al posto di Perina perché lo reputo un grande portiere per la grande freddezza che ha e penso che non sia un giocatore da C». 

Il tecnico rossoblù Piero Braglia è soddisfatto a fine gara della vittoria ottenuta dai suoi ragazzi contro la Sicula Leonzio. «Innanzitutto vorrei dedicare questa partita a mio figlio Thomas: soltanto noi due sappiamo per quale motivo. Non era una gara semplice. La Sicula Leonzio è una squadra forte che è in salute e se arriverà ai play-off darà fastidio a qualsiasi avversario».

I rossoblù hanno avuto diverse occasioni per chiudere il match ma non sono stati bravi a sfruttarle. «Potevamo chiuderla con le occasioni di Okereke e Tutino ma non ci siamo riusciti – ha detto Braglia – poi la stanchezza si è fatta sentire e siamo andati in difficoltà ma i ragazzi ad un certo punto hanno giocato con il cuore ed hanno portato a casa i tre punti».

Il Cosenza è una squadra che ama giocare la palla. «Questa è una squadra abituata a giocare in una certa maniera e se in casa facciamo fatica a volte è perché molte squadre scendono in campo al “Marulla” con l’obiettivo di chiudersi». Una dei grandi protagonisti di giornata è sicuramente l’estremo difensore rossoblù Saracco che ha salvato in più di un’occasione il risultato parando anche un penalty ad Arcidiacono. «Appena sono arrivato a Cosenza ho visto subito le qualità di questo ragazzo – ha detto Braglia – Ho promosso Saracco al posto di Perina perché lo reputo un grande portiere per la grande freddezza che ha e penso che non sia un giocatore da C ma di categoria superiore». Ultima battuta sul finale di campionato. «Adesso bisogna continuare su questa strada perché i play-off ancora non sono stati raggiunti». (Antonello Greco)

Related posts