Tutte 728×90
Tutte 728×90

D’Orazio e Saracco fanno sorridere il Cosenza. Blitz sul campo della Sicula (0-1)

D’Orazio e Saracco fanno sorridere il Cosenza. Blitz sul campo della Sicula (0-1)

Nel primo tempo il terzino sfrutta al meglio un calcio d’angolo trovando una rete pensantissima. Nella ripresa il Cosenza si rintana a protezione di Saracco che para un rigore ad Arcidiacono e compie un’altra grande parata.

D’Orazio, e ancora una volta Saracco, regalano tre punti d’oro al Cosenza che torna dalla Sicilia con una guantiera di cannoli e con tre punti confezionati nel primo tempo. D’Orazio ha bucato su azione di corner Narciso, poi nella ripresa i rossoblù hanno messo in campo una difesa ad oltranza. Le volte che si sono presentati in area avversaria si contano sulle dita di una mano. A darla in maniera determinante a Braglia, invece, è stato l’ex idolo del Marulla Pietro Arcidiacono che ha sbagliato un calcio di rigore sul finale di gara. Saracco ha detto no conquistando la palma del migliore in campo.

Braglia punta sul solido 3-5-2, il modulo che in stagione gli ha permesso di ottenere le soddisfazioni maggiori. Senza gli infortunati Mungo (nemmeno in panchina, ndr), Perez e Loviso e senza lo squalificato Idea, affida a Tutino il compito di supportare Baclet sulla prima linea. A centrocampo giocano i soliti, ma a sinistra c’è D’Orazio e non Ramos. Dietro, invece, c’è Camigliano. Diana dal canto suo risponde con il 4-3-3 andando alla ricerca di preziosi punti salvezza. Arcidiacono parte dalla panchina, il compito di far gol grava inizialmente su Bollino e Lescano.

Lo spartito della prima frazione di gioco non regala grandi emozioni agli spettatori presenti allo stadio. La Sicula pensa maggiormente a non concedere spazi, sfruttando anche la tattica del fuorigioco come efficace arma di difesa. Il Cosenza invece cerca le imbucate, con Baclet che agisce da sponda. D’Orazio ha più libertà di spinta a differenza di Corsi che invece resta bloccato. Tutino si mangia un gol subito, dalla parte opposta Saracco non corre grandi pericoli tranne quando Gammone non decide di fare tutto da solo. Al 36′ i Lupi passano. Da un angolo ben battuto, Baclet spizzica in mezzo all’area e D’Orazio corregge in rete lasciato colpevolmente solo dalla retroguardia bianconera.

Nella ripresa il Cosenza tira i remi in barca e si posiziona a protezione della sua retroguardia. Linee strette e tutti concentrati a non prenderle. La Sicula Leonzio crea occasioni, chiude i Lupi ma non sfonda. Tutino prende il palo su un retropassaggio errato di Aquilanti, poi Camigliano rischia la frittata stendendo De Felice in area. Biccio Arcidiacono calcia, Saracco vola e dice no. Come qualche minuto dopo su un sinistro micidiale di Petterman che si stampa sulla traversa. Finisce 1-0, il Cosenza sorride.

CRONACA.
1′ Iniziato il match, Cosenza in maglia rossoblù.
6′ Tutino pescato in area di rigore, il ragazzo cincischia e l’azione, clamorosa, sfuma.
14′ Assist di Baclet per Calamai, dal limite dell’ara il centrocampista dei Lupi ciabatta una facile conclusione.
18′ Occasione per la Sicula Leonzio. Gammone sfonda a destra e calcia con violenza. Saracco è bravo a dire di no.
20′ La Sicula Leonzio gioca sfruttando molto la tattica del fuorigioco.
34′ Gammone dilapida un interessante contropiede. Anziché lanciare in rete Bollino, serve Esposito in netto ritardo.
36′ Cosenza in vantaggio. Angolo battuto da Corsi, sponda di Baclet con D’Orazio che approfitta dell’imperfetta retroguardia di casa: 0-1.
43′ Aquilanti ci prova col destro. Saracco para in due tempi.
45′ Concessi 2′ di recupero.
SECONDO TEMPO.
1′ Nessuna sostituzione, squadre di nuovo in campo.
4′ Ammonito Palmiero per un fallo su Bollino.
14′ Bollino non controlla la palla che Lescano gli aveva servito su un piatto d’argento mettendolo davanti a Saracco.
16′ D’Angelo calcia al lato.
18′ Saracco si distende alla sua destra deviando in corner un destro di Cozza.
19′ Dentro Foggia per D’Angelo.
23′ Cosenza tutto rintanato a protezione della sua area di rigore. La Sicula Leonzio spinge.
24′ Segnale di Braglia alla squadra: fuori Palmiero, dentro Okereke. Si passa al 3-4-3.
25′ Foggia in rovesciata manda la palla di poco alta a margine di una punizione calciata da sinistra.
32′ Tutino centra il palo dopo un errore clamoroso in disimpegno da parte di Aquilanti.
38′ Camigliano stende De Felice in area di rigore. L’arbitro concede il penalty.
39′ Arcidiacono sbaglia il rigore: grande parata di Saracco.
44′ Petermann calcia con violenza, ancora Saracco miracoloso che devia la sfera sulla traversa.
45′ Concessi 5′ di recupero.
45’+5 Squadre negli spogliatoi, vince il Cosenza.

 

Il tabellino:
SICULA LEONZIO (4-3-3): Narciso; De Rossi, Gianola, Aquilanti, Squillace; Cozza (34′ st Petermann), Esposito, D’Angelo (19′ st Foggia); Gammone (26′ st Marano), Lescano (34′ st De Felice,), Bollino (34′ st Arcidiacono). A disp: Ciotti, Pollace, Giuliano, Monteleone, Russo, Camilleri, Davì. All.: Diana.
COSENZA (3-5-2): Saracco; Pascali, Dermaku, Camigliano; Corsi, Calamai, Palmiero (24′ st Okereke), Bruccini, D’Orazio; Tutino (41′ st Trovato), Baclet. A disp.: Zommers, Boniotti, Ramos, Pasqualoni, Braglia T., Collocolo. All.: Braglia P.
ARBITRO: Guarnieri di Empoli
MARCATORI: 36′ pt D’Orazio (C)
NOTE: Spettatori circa 700 con rappresentanza ospite. Al 39 st Arcidiacono (SL) si fa parare un rigore da Saracco. Ammoniti: Bollino (SL), Palmiero (C), Camigliano (C), Saracco (C). Angoli: 5-3. Recupero: 2′ pt – 5′ st

Related posts