Tutte 728×90
Tutte 728×90

Perez, un gol come Mendicino a Monza. Braglia però si aspetta la svolta

Perez, un gol come Mendicino a Monza. Braglia però si aspetta la svolta

Ieri sera primo centro in Brianza per l’ex attaccante rossoblù che un anno fa accelerò proprio nel rush finale e nei playoff. Braglia ora si aspetta da Perez il contributo che Mendicino diede a De Angelis in Primavera.

Leonardo Perez fin qui ha deluso le aspettative. Arrivato a Cosenza con l’etichetta di calciatore più pagato da Guarascio nei suoi sette anni di presidenza, ha realizzato soltanto una rete in undici apparizioni. Una rete da tre punti, però, che è valsa il successo in casa del Fondi. Poco importa se arrivata in sospetta posizione di fuorigioco.

Anche chi gli ha fatto posto, Ettore Mendicino, non sta facendo bene nella sua nuova avventura. Il centravanti del Monza ha realizzato ieri sera, alla dodicesima presenza, la sua prima marcatura con i brianzoli nella gara vinta 1-0 ad Arezzo. Ancora di proprietà dei rossoblù, tornerà a giugno in Calabria per poi capire cosa fare nella prossima stagione.

Dicevamo di Perez, calciatore che il ds Trinchera voleva già in estate. Lo propose a più riprese a Fontana che non ne volle sapere. Non lo riteneva uno stoccatore e preferì puntare sul parco attaccanti presente in organico. Arrivato a gennaio dell’Ascoli, Perez non si è imposto per come i tifosi si aspettavano ed ha saltato l’ultima trasferta in Sicilia per una distorisione alla caviglia. Rientrato ieri in gruppo, adesso punta il Rende.

Dal derby in poi, specialmente nei playoff, avrà l’occasione di rifarsi proprio come fece Mendicino un anno fa. Nel rush finale di campionato e nella post-season risultò l’uomo in più della formazione di Stefano De Angelis. Adesso Braglia si aspetta la stessa cosa da Perez, del resto il saltò di qualità, visto quella generale della Serie C, è davvero dietro l’angolo. (r. c.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it