Tutte 728×90
Tutte 728×90

Trinchera in sala stampa: «Sono qui per chiudere scusa ai tifosi del Cosenza»

Trinchera in sala stampa: «Sono qui per chiudere scusa ai tifosi del Cosenza»

Il direttore sportivo Trinchera ammette: «Ho sentito Guarascio per telefono». Poi sul match evidenzia: «Noi facciamo mea culpa delle occasioni fallite, dobbiamo andare avanti ed essere consapevoli delle nostre forze».

Debacle del Cosenza che crolla in casa nel derby contro il Rende per tre reti a zero. Sfortuna e mancata lucidità sotto porta per i rossoblù, a differenza degli ospiti che si sono dimostrati cinici e che hanno concretizzato le occasioni avute. Ecco le parole del direttore sportivo cosentino Stefano Trinchera che non nasconde l’evidente rammarico per la sconfitta.

«Io intanto chiedo scusa a tutti, soprattutto ai tifosi, perchè era un partita sentita – esordisce Trinchera – C’è delusione nell’ambiente. Noi facciamo mea culpa delle occasioni fallite, dobbiamo andare avanti ed essere consapevoli delle nostre forze. Ci scusiamo nuovamente con i tifosi che ci sostengono sempre, ma oggi sono rimasti molto delusi».

In sala stampa si fanno notare al ds le parole di Braglia sul presunto condizionamento, ma Trinchera sorvola: «A me non risultano pressioni rispetto a ciò che ha detto Braglia – sottolinea – Oggi c’era la voglia di fare qualcosa di più, di alzare il baricentro, però nel calcio ha ragione chi fa gol e porta a casa il risultato. Io credo che dopo una prestazione del genere fare delle analisi sia superfluo. Abbiamo sbagliato sotto porta e anche in difesa».

La pesante sconfitta odierna ha scatenato l’ira dei tifosi di fede rossoblù contro il numero uno del Cosenza calcio, Eugenio Guarascio. Il presidente però non si è confrontato “vis a vis” con il direttore Trinchera:  «Il presidente l’ho sentito per telefono, non è sceso con me negli spogliatoi mentre ai ragazzi bisogna dire le cose in faccia perché in questo modo non va bene. Noi in casa facciamo prestazioni non all’altezza, mentre fuori casa – conclude il direttore Trinchera – riusciamo a giocare meglio perché non siamo sottopressione. Dobbiamo ripartire da qua, rimboccarci le maniche per ottenere in queste ultime due uscite bottino pieno, per poi pensare ai playoff». (Fabrizio Frasca)

Related posts