Tutte 728×90
Tutte 728×90

Calcio amatoriale, Bologna campione del torneo di Serie A8

Calcio amatoriale, Bologna campione del torneo di Serie A8

Il Bologna è campione d’Italia nel Serie A8. Battendo la Fiorentina per 4-2, i rossoblù conquistano il tricolore con una giornata d’anticipo.

Il Bologna è campione d’Italia nel Serie A8. Battendo la Fiorentina per 4-2, i rossoblù conquistano il tricolore con una giornata d’anticipo. La Viola fa di tutto per mettere in difficoltà la capolista e conquistare i tre punti che potrebbero mantenere vive le speranze per il terzo posto. La prima frazione di gioco si chiude a reti inviolate, a dimostrazione di quanto l’incontro sia stato equilibrato. Il risultato si sblocca soltanto al 10’ della ripresa, grazie ad una sfortunata autorete viola, il Bologna riesce a segnare altre due reti in pochi minuti, che portano la firma di Maione (11’) e Guzzo (17’). La Viola però non ci sta e grazie a due goal dei fratelli Cordò rientra in partita, al 21’ segna Massimo ed al 27’ segna Francesco (una delle reti più belle del torneo). Ne momento migliore per gli avversari, il Bologna sfrutta al meglio una ripartenza ed al 29’ chiude l’incontro con Basile e dando il via ai meritati festeggiamenti.

Si conferma al secondo posto il Napoli che ha battuto pesantemente la Lazio per 8 reti a 3. Primo tempo equilibrato, la Lazio passa in vantaggio al 15’ con Scarcello ma il Napoli pareggia immediatamente con Leonetti e allo scadere di tempo si porta in vantaggio con Gaudio. Nel secondo tempo le aquile partono bene e riescono a pareggiare al 39’ con il solito Scarcello, ma la gioia dura poco; i partenopei segnano tre reti in cinque minuti e chiudono l’incontro. Il tabellino marcatori completo è il seguente: Scarcello (15’ e 39’ LAZ), Leonetti (17’, 42’, 45’ e 61’, NAP), Gaudio (29’, 50’ e 52’, NAP), Esposito (40’, NAP),  AUT(56’, LAZ).

Non sa più vincere il Cagliari, che nelle ultime cinque partite ha raccolto solo due pareggi e contro la Sampdoria incorre in una sconfitta che lascia l’amaro in bocca. La partita è equilibrata e ben giocata da entrambe le compagini, entrambe vogliono conquistare i tre punti e mettono in mostra agonismo e temperamento. A pssare in vantaggio sono i blucerchiati al 12’ con Miceli ma dopo 4’ minuti bomber Tuoto, al rientro dopo alcune settimane di assenza, riporta il risultato sul pari e al 19’, Barbarossa porta i sardi in vantaggio. Nella ripresa la Sampdoria tenta l’assalto mentre il Cagliari punta sulle ripartenze. La partita sembra ormai indirizzata a chiudersi sul 2-1 per i sardi, ma negli ultimi i blucerchiati riescono a ribaltare il risultato, al 27’ pareggia Greco su punizione e al 32’ in pieno recupero Leonetti regala i tre punti alla sua squadra.

Il Genoa pareggia 3-3 contro il Torino e perde l’occasione per superare i sardi e portarsi al terzo posto solitario in classifica. Onore al Toro che, nonostante l’ultimo posto in classifica, continua ad onorare il campionato fino alla fine, giocando la solita partita generosa e divertente e rischiando anche di vincerla nei minuti finali. Il tabellino marcatori viene firmato da Riconosciuto (2’, GEN), Perri M. ( 32’, TOR), Prete M. (44’, GEN), Catalano (45’ e 57’, TOR), Barletta (58’, GEN).

Continua il filotto di risultati utili dell’Inter che batte 2-1 il Sassuolo. L’ultima sconfitta dei neroazzurri risale alla sedicesima giornata contro il Genoa, dopo la quale hanno fermato tutte le big del campionato e battuto le dirette concorrenti in classifica e candidandosi a giocare un ruolo da protagonista nella prossima Coppa Italia. Il Sassuolo esce a testa alta a fine partita, non demerita contro un avversario davvero in forma e probabilmente meritava il pari. Tutte le reti sono segnate nella ripresa e portano la firma di Marco Luciani ed Ebrima per l’Inter e di Rocco La Banca per il Sassuolo.

Anche la Roma si prepara ad affrontare al meglio la Coppa Italia e lo dimostra battendo con un netto 4-0 la Spal, inanellando il quinto risultato utile consecutivo. I biancazzurri dal canto loro sembrano aver mollato psicologicamente l’attenzione sul campionato, pensando già agli impegni della prossima competizione. L’incontro è equilibrato nella prima frazione, che si chiude a reti inviolate; le reti arrivano nella ripresa con i giallorossi che dopo due minuti sono già in vantaggio grazie a De Simone, a seguire va a segno Trozzo al 14’, poi un’autorete al 24’ e di nuovo De Simone al 28’.

Tra Crotone e Verona termina 3-1 per i padroni di casa, entrambe le squadre hanno poco da chiedere alla classifica ma onorano l’impegno dando vita ad un incontro piacevole. Il Crotone domina il primo tempo, chiudendo in vantaggio per 2-0, e reti portano la firma di Plastina M. al 18’ e Gallo al 24’. La ripresa è più equilibrata, i rossoblù segnano la terza rete dopo soli tre minuti, grazie al solito Plastina e al 6’ il Verona segna il goal della bandiera con Perito e fissa il risultato finale.

Con le prime e le ultime due posizioni oramai definite, l’ultima giornata servirà a definire la classifica, dalla quale dipenderanno gli incroci del tabellone di Coppa.

Risultati:
TORINO – GENOA 3-3; CAGLIARI – SAMPDORIA 2-3; INTER – SASSUOLO 2-1; BOLOGNA – FIORENTINA 4-2; LAZIO – NAPOLI 3-8; CROTONE – VERONA 3-1; SPAL – ROMA 0-4

Classifica:
Bologna* 59; Napoli** 54; Cagliari** e Genoa** 44; Lazio** 43; Fiorentina* 39; Sampdoria******** 38; Inter** e Spal* 34; Roma**** 31;  Sassuolo** e Crotone* 16; Verona* 11; Torino* 5.
NB. L’asterisco indica i punti di penalizzazione per la classifica disciplina

Related posts