Tutte 728×90
Tutte 728×90

Corigliano, un tempo da “grande” contro il Cosenza. Poi i lupi dilagano (2-6)

Corigliano, un tempo da “grande” contro il Cosenza. Poi i lupi dilagano (2-6)

Ottime le indicazioni per mister Andreoli nell’amichevole di lusso disputata questo pomeriggio al “Città di Corigliano”. Per il Corigliano a segno Leta con una doppietta. Ora testa al Cassano, prima della Supercoppa.

 

Allenamento congiunto di tutto rispetto, quest’oggi allo stadio “Città di Corigliano”, tra i padroni di casa, freschi di promozione in Eccellenza, e il Cosenza ancora in piena lotta per un posto nei play- off in serie C. Test probante per entrambe le squadre e prima parte di gioco frizzante con botta e risposta da una parte e dall’altra. Entrambi i tecnici hanno potuto provare uomini e schemi facendo ruotare tutti gli effettivi a disposizione. Da sottolineare che nei test infrasettimanali di questa annata, il Corigliano ha giocato più volte, sempre fuori casa, sia contro gli Allievi, la Berretti nonché in un paio di casi proprio contro la prima squadra dei rossoblù. Tornando alla gara odierna, invece, se nella prima parte la sfida si è conclusa sul 2 a 2, nella ripresa i bruzi si sono imposti per 6 a 2. Per i coriglianesi doppietta di Leta e per i cosentini gol di Perez, Loviso, Dermaku, D’orazio e doppietta di Okereke. Cosenza apparso in buona condizione in vista della sfida interna contro la Virtus Francavilla in trasferta. Una sparuta cornice di pubblico anche sugli spalti per uno spettacolo più che dignitoso. Per il Corigliano viatico senza dubbio ottimale in vista dell’ultima giornata di campionato a Cassano. Domenica prossima, Tricarico e compagni vorranno chiudere al meglio il torneo restando imbattuti dopo diciassette successi consecutivi. Di certo non ci sarà Accardo, ancora fermo per un problema ad un ginocchio, mentre dovrebbero essere a disposizione tutti gli altri componenti della rosa. Mister Andreoli ha confermato che darà spazio a chi ha giocato di meno nel corso di questo campionato. Cassano e Corigliano che, inoltre, nella prossima gara vorranno testimoniare tutta la loro solidarietà e vicinanza ai bambini vittime delle guerre ad iniziare dai bimbi della Siria e senza dimenticare tutte le altre giovani vittime delle ostilità nel mondo. Titolo dell’iniziativa promossa “Every Child Is My Child”. E dopo la disputa del “Pietro Toscano” le attenzioni dei biancoazzurri si sposteranno sulla supercoppa regionale che si dovrebbe giocare a Roccella. Con la formula dei quarantacinque minuti, si giocheranno tre mini match contro Locri, vincitrice del torneo d’Eccellenza, e il Bocale che si è aggiudicato il girone B di Promozione. Lo stesso tecnico Andreoli conferma:«Vorremo giocare con la giusta intensità sia l’ultima di campionato che la Supercoppa per regalare alla società, a noi stessi e ai tifosi l’ennesima soddisfazione di una stagione straordinaria». Frattanto, dopo i festeggiamenti a caldo di domenica scorsa, la festa in casa biancazzurra proseguirà anche domenica prossima con tanto di sfilata. Per il tardo pomeriggio di martedì primo maggio, invece, la festa sarà in piazza Salotto allo scalo coriglianese tra tifosi e squadra per un ennesimo momento di celebrazione prima di pensare al futuro. Avvenire su cui dopo le dovute feste, si inizierà a lavorare a breve con maggiore attenzione per programmare nelle fattispecie la nuova rosa tra riconfermati e nuovi obbiettivi di mercato. E mentre “Skizzati- Group” e tifoseria già sognano per il prossimo anno, oltre ad organizzarsi per i festeggiamenti dovuti, saranno presenti festanti anche a Cassano e per la Supercoppa.

 Ufficio Stampa e Comunicazione

Asd Corigliano Calabro Calcio

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it