Tutte 728×90
Tutte 728×90

Braglia: «Gioca solo un diffidato. Io ho vinto due playoff da quinto»

Braglia: «Gioca solo un diffidato. Io ho vinto due playoff da quinto»

Il tecnico del Cosenza Piero Braglia farà un intenso turnover, ma sottolinea: «Da lunedì inizia un nuovo campionato dove non conterà più la differenza di rendimento tra casa e trasferta».

Alla vigilia del match contro il Trapani, l’ultimo della regular season, Piero Braglia annuncia come anticipato in settimana un massiccio turnover. «Giocherà solo un diffidato – dice – gli altri tre inizialmente no. Dobbiamo però dare rispetto anche a chi ci viene a vedere e la gente che ha fatto bene domenica scenderà in campo, anche perché vogliamo piazzarci il meglio possibile». Probabile che tocchi Corsi partire dal 1’ con Calamai, Pascali e Mungo inizialmente in panchina.

Non solo loro però, perché saranno out pure Idda e Palmiero. « Idda non è disponibile, mentre Palmiero non giocherà perché è stato fermo in settimana – evidenzia Braglia – Perez? Quello di Brindisi è il vero Perez, quello che abbiamo visto finora è stato il fratello. Non deve farsi distrarre da altre cose, lui domenica ha giocato sui nervi e sulle motivazioni: deve continuare ad esprimersi così dando una mano ad una società che ha investito su di lui».

Gli avversari vogliono il secondo posto. «Io mi preoccupo del Cosenza, del Trapani non mi interessa molto – sentenzia Braglia – Se riuscissimo a batterli ci metteremmo bene anche come classifica, ma c’è da tenere in conto la situazione dei calciatori diffidati»

Tiene banco la differenza di rendimento tra prestazioni casalinghe ed esterne. «Il rammarico per il rendimento casalingo c’è e non so per quale motivo dopo aver attraversato un periodo in cui abbiamo fatto bene davanti ai nostri tifosi – conclude Braglia – Ma anche questo discorso va esaurendosi visto che da lunedì inizia un nuovo campionato. Quando siamo al completo possiamo rompere le scatole a tutti, le partite vanno giocati». (r. c.)

Related posts