Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza col vestito migliore, ma a centrocampo…

Cosenza col vestito migliore, ma a centrocampo…

Braglia non si discosterà dal 3-5-2, ma a centrocampo potrebbero esserci delle novità. In difesa si spinge per riavere Idda a completa disposizione. In caso contrario, c’è già la soluzione.

I rossoblù vivranno la gara d’esordio nei playoff con l’organico al completo. Idda viaggia verso il recupero sebbene abbia lavorato prevalentemente a parte, ma l’importanza del difensore è tale che alla fine gli verrà chiesto un sacrificio. Se non dovesse farcela, toccherebbe a Camigliano posizionarsi sul centrosinistra e a Pascali agire alla destra di Dermaku nel terzetto a protezione di Saracco. Altre defezioni, complice anche l’attenzione mostrata col Trapani nel non prendere cartellini gialli, non ce ne sono.

Braglia è ormai entrato da tempo nell’ottica che il Cosenza non possa fare a meno del 3-5-2 e così sarà nella corsa verso Pescara, cioè verso la promozione in Serie B. A centrocampo le chiavi della regia dovrebbero essere affidate a Palmiero, ma l’esperimento con Bruccini play basso non è da bocciare in partenza. In tal caso, potrebbero essere utilizzati contestualmente Calamai (l’equilibratore) e Mungo (il fantasista), mentre se la scelta ricadesse sul regista partenopeo uno dei due partirebbe dalla panchina. Sulle corsie laterali nessun ballottaggio: Corsi e D’Orazio hanno già una maglia sulle spalle, così come Tutino e Perez in avanti.

Braglia di recente ha sottolineato come l’ex Ascoli sia l’ideale per giocare di rimessa, cosa che domani sera dovrebbe avvenire con regolarità. La Sicula ha un solo risultato a disposizione, pertanto sarà costretta a lasciare spazi che verranno aggrediti dai due attaccanti rossoblù. Tutino, inoltre, non vuole arrestare il momento magico e nella ripresa Okereke potrebbe far faville a campo aperto. (Antonio Clausi)

Related posts