Tutte 728×90
Tutte 728×90

Giro d’Italia, gaffe della Rai: «A Cetraro la nave dei veleni». Insorgono i cittadini. Oliverio: «Bufala»

Giro d’Italia, gaffe della Rai: «A Cetraro la nave dei veleni». Insorgono i cittadini. Oliverio: «Bufala»

Una rivolta sul web e probabilmente anche al centralino della Rai, quella scatenata, dal commentatore del Giro d’Italia mentre la carovana dei ciclisti si apprestava a percorrere i chilometri nella Costa Tirrenica Cosentina. 

Arrivati nel comune di Cetraro, il giornalista Rai ha spiegato che nella cittadina turistica cosentina, ovvero nei fondali marini, vi fosse la cosiddetta “nave dei veleni”. Una gaffe enorme, visto che i procedimenti giudiziari si sono conclusi con un nulla di fatto. E quasi simultaneamente alla telecronaca del Giro d’Italia su Facebook è partito il coro di indignazione.

Parole che sono giunte al Governatore della Calabria, Mario Gerardo Oliverio: «A seguito del servizio giornalistico della Rai nell’ambito del Giro d’Italia nel quale è stata data notizia del ritrovamento di una nave dei veleni nelle acque antistanti a Cetraro ho parlato con i responsabili del servizio Rai del Giro d’Italia chiedendo una immediata rettifica delle notizie che hanno riguardato una vicenda archiviata dalla magistratura antimafia ormai molti anni fa.

Il Giro d’Italia, che è un veicolo di promozione del territorio – e per questo sostenuto dalla Regione Calabria – non può trasformarsi in uno sfregio per questa terra tra l’altro riportando notizie smentite dagli organi giudiziari e ormai datate negli anni. Sarebbe stato opportuno, invece, parlare di Cetraro ed esaltare il riconoscimento della Bandiera Blu ottenuto proprio qualche giorno fa. Cetraro, infatti, si pone tra le mete turistiche più importanti della nautica internazionale come il riconoscimento ottenuto dimostra. 

Così come confermatomi degli organizzatori del Giro d’Italia attendo fiducioso una rettifica riparatoria di un danno arrecato ad una splendida località turistica calabrese qual è Cetraro».

Related posts