Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, facce nuove a centrocampo. Dietro un giallo costerebbe caro

Cosenza, facce nuove a centrocampo. Dietro un giallo costerebbe caro

La difesa titolare è in diffida e Braglia potrebbe lanciare Camigliano per preservarne uno. In mediana torna Palmiero, davanti più Perez che Baclet. 

Allenamento di rifinitura effettuato questa mattina dai rossoblù: stavolta Braglia ha tutti a disposizione e non c’è il rischio che possa effettuare provini fino a dieci minuti dall’inizio della partita come avvenuto con la Sicula Leonzio.

Si parte da due certezze: il 3-5-2 e il pacchetto arretrato diffidato in toto. Davanti a Saracco normalmente avrebbero giostrato come al solito Idda e Pascali ai lati dell’inamovibile Dermaku, ma i cartellini gialli potrebbero indurre Braglia a lanciare dal 1’ Camigliano per preservare da dannose ammonizioni i componenti della linea arretrata. Dando per scontato che Dermaku non è in discussione, se dovesse cambiare qualcosa toccherebbe ad uno degli altri due.

A centrocampo, invece, si cambierà di sicuro. Trovato e Mungo sono stati bocciati clamorosamente contro la Sicula Leonzio e torneranno dal 1’ Palmiero in cabina di regia e Calamai nel ruolo di interno sinistro. Bruccini fungerà da mezzala come gli piace fare, mentre Corsi e D’Orazio sgropperanno sulle fasce di competenza.

Cosa succederà invece davanti? Perez e Tutino nelle ultime giornate di campionato hanno mostrato un buon affiatamento, ma se il fantasista napoletano venerdì scorso è riuscito a strappare qualcosa in più della sufficienza con il prezioso assist del pareggio ad Okereke, il centravanti ex Ascoli si è beccato l’ennesimo 5 in pagella. Logico e consequenziale metterlo in ballottaggio con Baclet, anche se il francese parte indietro nel ballottaggio. (r. c.)

Related posts