Tutte 728×90
Tutte 728×90

Scalea, il ds Garofalo: “Quest’anno commessi tanti errori da parte di tutti”

Scalea, il ds Garofalo: “Quest’anno commessi tanti errori da parte di tutti”

Il dirigente dei nerostellati parla anche di futuro: “Dopo quest’annata è giusto metterci tutti in discussione: io, il mister e la squadra. Campionato d’Eccellenza meno qualitativo. Al Castrovillari mando il mio augurio per vincere i play-off”.

 

Stagione salva in extremis per lo Scalea che, nel massimo campionato regionale, solo tramite i  soffertissimi play-out contro l’Amantea è riuscita a centrare la salvezza. Della tribolatissima stagione dei nerostellati, ne abbiamo discusso con il Direttore Sportivo Francesco Garofalo. “Quella appena conclusa è stata una stagione nella quale tutti quanti abbiamo commesso tanti errori. Dalla società, all’allenatore, fino alla squadra. Nessuno ad inizio anno poteva pensare ad un campionato così sofferente, ma alla fine è sempre il rettangolo verde a dare le sentenze e noi, evidentemente, eravamo da quart’ultimo posto”. Una stagione da alti e bassi nella quale lo Scalea è partito discretamente, ha poi vissuto una netta fase di calo tra ottobre e novembre per poi riprendersi e salire quasi in zona play-off. Seconda parte di stagione però assolutamente negativa e quart’ultimo posto finale. “Si, proprio così. L’ambiente però si è ricompattato proprio in occasione dei play-out contro l’Amantea e siamo riusciti a salvare la pelle. Proprio in quell’occasione – spiega il dirigente campano –  ho rivisto il grande popolo scaleoto. Quello di un tempo. Vedere così tante persone allo stadio mi ha emozionato. I nostri tifosi sono da sempre stati il nostro 12° uomo in campo e ci hanno spinti alla salvezza nel delicato match contro l’Amantea”. Futuro che rivedrà ancora Garofalo in Calabria o sarà tempo di riavvicinarsi alla sua Eboli? “Ho ricevuto qualche chiamata da qualche squadra campana ma il mio cuore è a Scalea. Sono ormai sei anni che mi trovo in Calabria e, tra l’altro, conosco molto meglio i campionati calabresi che quelli della mia regione. Però dopo quest’annata soffertissima dobbiamo vederci con il Presidente Formica e parlare di futuro. E’ giusto metterci tutti in discussione. Io, il mister, i giocatori. Ci sarà tempo per parlare di futuro. A me interessa tanto che venga curato bene il settore giovanile, visto il grande lavoro che in questi anni abbiamo portato avanti”. Infine un giudizio sul campionato e suoi play-off del Castrovillari: “Il torneo d’Eccellenza che si è appena concluso mi è parso inferiore a livello qualitativo in confronto agli altri anni. I rossoneri invece sono una squadra esperta e sorniona. Che sa bene come affrontare questi play-off. Non conosco la squadra siciliana che affronteranno, la Dattilo Noir, ma sono certo che hanno tutte le carte in regola per arrivare alla Serie D. Tra l’altro il Castrovillari ha in panchina uno degli allenatori più bravi in circolazione come Ferraro. Da parte mia un augurio a lui ed alla squadra”. (Alessandro Storino)

Related posts