Tutte 728×90
Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza senza una punta centrale. Okereke-Tutino contro il Trapani?

Cosenza senza una punta centrale. Okereke-Tutino contro il Trapani?

Braglia ha provato i due calciatori come terminali offensivi della squadra. Baclet, però, resta più che un’alternativa. A centrocampo invece novità forzate.

Il Cosenza potrebbe presentarsi in gara-1 contro il Trapani con un attacco leggero per prendere d’infilata la statica retroguardia siciliana. E’ quello che ha provato ieri pomeriggio il tecnico rossoblù Piero Braglia schierando Tutino e Okereke come riferimenti offensivi nel 3-5-2, che probabilmente sarà lo schema con cui affronterà la gara di andata del primo turno nazionale dei playoff.

Il 3-4-3, gol di Tutino a parte su cui Forte non è stato impeccabile, funziona tra alti e bassi e consente agli avversari di impossessarsi pericolosamente del centrocampo. Il ritorno repentino al modulo più rodato nel secondo tempo con la Casertana, non è stato solo figlio dell’infortunio di Calamai, ma è un accorgimento tattico vero e proprio che sarebbe arrivato a prescindere. Se con i siciliani si volesse insistere con le tre punte (dando spazio a Baclet dal 1′ qualora Perez non recuperasse, ndr) si correrebbe poi il rischio di non avere poi dei cambi passo in panchina. E’ ciò su cui Braglia sta ragionando appuntando sulla lavagnetta i pro e i contro.

In attesa di ricevere notizie dall’infermeria (Calamai ha qualche chance in più dell’attaccante ex Ascoli, ndr), l’unico ballottaggio pare essere tra Baclet e Okereke perché a centrocampo tornerà Palmiero in cabina di regia. Ai suoi lati verrà consentito a Bruccini di dilettarsi negli inserimenti a lui tanto cari e a Trovato di provare nuovamente a convincere la platea. L’ipotesi Mungo mezzala è un’ipotesi, ma va vagliata con cautela visto che si gioca sulla lunghezza di 180′. (r. c.)

 

Related posts