Tutte 728×90
Tutte 728×90

Sambenedettese, squadra di ex e con la stessa fame del Cosenza

Sambenedettese, squadra di ex e con la stessa fame del Cosenza

Moriero si affiderà a Miracoli in attacco, mentre manderà in campo Perina, Patti e Rapisarda. In più c’è il cosentino Miceli che non vorrà sfigurare davanti agli amici di sempre.

Stesso entusiasmo, stesso stato d’animo e stessa voglia di riemergere dopo tanti anni bui. Anche la Sambenedettese, così come il Cosenza, arriva a questi quarti di finale play-off con il morale a mille. I marchigiani infatti, dopo aver concluso la stagione regolare al terzo posto nel Girone B, sono arrivati a questa post-season con l’entusiasmo e la voglia di giocarsi fino in fondo le chance di cadetteria.

La Serie B infatti, manca da quelle parti, esattamente da 30 anni. Da quel momento in poi, la squadra non è più riuscita a rivivere stagioni degne di nota, nonostante un ambiente caldo ed una tradizione calcistica ben radicata nella città di San Benedetto del Tronto. Sono ben 4 i fallimenti societari: 1994, 2006, 2009 e 2013. Anni bui con la Samb ripartita anche dall’Eccellenza. Negli ultimi 5 anni però, la società che dal 2015 è stata rilevata da Luigi Fedeli, è in fase di ascesa ed ha sempre migliorato la posizione dell’anno precedente: vittoria dell’Eccellenza, 3° posto in Serie D, 1° posto in Serie D, 7° posto in Serie C l’anno scorso con ko nel secondo turno dei play-off contro il Lecce. Quest’anno il terzo posto in campionato, con il calo finale che è costata ai rossoblù la seconda piazza a favore del Sudtirol. Un peccato considerando che per quasi tutto l’anno, la Samb è stata la principale antagonista del Padova che ha poi vinto il girone.

Nei play-off però, la squadra ha risposto bene, eliminando nello scorso turno il Piacenza. Ribaltando al “Riviera delle Palme”, il ko dell’andata in terra emiliana. L’allenatore è Francesco Moriero, un tecnico che evoca dolci ricordi in casa cosentina. Quando il leccese guidava il Catanzaro infatti, il Cosenza riuscì a sbancare il “Ceravolo” con un perentorio 3-1 in Coppa Italia. Un risultato rimasto nella storia. Moriero tra l’altro, che aveva iniziato la stagione in panchina dei marchigiani prima di essere esonerato ad ottobre, è tornato in sella alla Samb soltanto a fine aprile, alla vigilia dell’ultima giornata di campionato contro la Triestina.

E’ stato Eziolino Capuano da ottobre in poi a guidare la squadra. Anche se il rapporto tra il pittoresco allenatore campano e l’ambiente Samb, non è mai del tutto decollato, alternando momenti di esaltazione, ad altri di profondo conflitto anche mediatico con il Presidente Fedeli, culminati con l’esonero di fine aprile. Per quel che riguarda la squadra, sono tanti i calciatori marchigiani legati in qualche modo al Cosenza.

Non si può partire che da Pietro Perina. Diventato portiere della Samb soltanto da gennaio, visto che nei due anni e mezzo precedenti, è stato il magnifico numero 1 del Cosenza. Per il portiere pugliese, due stagioni esaltanti con la maglia dei lupi, prima del leggere calo accusato nella prima parte di stagione quest’anno. Certamente ha lasciato un bel ricordo nell’ambiente rossoblù. Sono ex della gara l’esterno destro classe 1992 Francesco Rapisarda, 30 presenze in D nel 2010/11, ed il difensore classe 1984 Matteo Patti, 4 presenze in D nel 2003/04. Non è un ex, ma è cosentino doc invece, il difensore Mirko Miceli, classe 1991, che sta vivendo certamente la stagione migliore della sua carriera quest’anno. A parte loro però, sono tanti i calciatori di valore della rosa a disposizione di Moriero. Dai centrocampisti con un illustre passato in Serie A come Bellomo e Bacinovic, fino ai calciatori di categoria come il centrocampista Marchi o gli attaccanti Miracoli e Stanco. Occhio anche a Di Massimo, talento scuola Juventus, del quale un paio di anni fa ne parlò tutta Italia. I bianconeri lo presero a gennaio del 2016 dalla Serie D, aggregandolo anche in prima squadra, prima di mollarlo in estate. Oggi Di Massimo è di proprietà del Pescara che lo ha prestato per il secondo anno di fila alla Samb. (Alessandro Storino)

SAMB (3-5-2): Perina; Conson, Miceli, Patti; Rapisarda, Marchi, Bove, Gelonese, Valente; Bellomo, Miracoli. A disp.: Ceka, Mattia, Di Massimo, Stanco, Raccichini, Di Pasquale, Demofonti, Candellori, Tomi, Aridità. All. Moriero.

Related posts