Tutte 728×90
Tutte 728×90

Eccellenza, Castrovillari all’ultima curva. Alla scoperta dell’Agropoli

Eccellenza, Castrovillari all’ultima curva. Alla scoperta dell’Agropoli

Anche i cilentani sono retrocessi l’anno scorso dalla Serie D. In campionato hanno chiuso al primo posto nel Girone B dell’Eccellenza campana, ma hanno perso lo spareggio con il Sorrento. Occhi al 2000 Guadagno, scuola Lazio.

 

Appuntamento con la storia per ripetere il percorso di due anni fa. Il Castrovillari è a due partite dalla Serie D. Dopo aver eliminato nei play-off regionali d’Eccellenza Siderno ed Acri e dopo aver fatto fuori nelle semifinali nazionali il Dattilo Noir, sulla strada dei rossoneri c’è solo l’Agropoli. Avere la meglio sui campani nella doppia sfida, vorrà dire ritrovare quella Serie D persa soltanto lo scorso anno. Praticamente la stessa situazione della squadra campana, tornata in Eccellenza in questa stagione, dopo ben 5 annate di fila in quarta serie. Tra l’altro l’Agropoli ha sperato fino all’ultimo nel ripescaggio. Ma la possibilità è sfumata per mancanza di posti liberi. L’organico costuito dal Presidente Cerruti in estate è di quelli importanti. L’obiettivo è vincere il Girone B dell’ Eccellenza campana. E, sul campo, sono proprio gli azzurri ad aver totalizzato il maggior numero di punti tra tutte le squadre del girone. Peccato che una penalizzazione di due punti, dovuta a pendenze con degli ex calciator ed inflitta a dicembre 2017, alla fine risulti decisiva in negativo per loro. Agropoli e Sorrento infatti concludono il campionato appaiate a quota 59 e, nello spareggio, sono i rossoneri ad avere la meglio per 1-0 grazie ad un autogol negli ultimi minuti. Un vero e proprio peccato per una squadra che aveva condotto il proprio girone quasi per tutto l’anno. L’Agropoli infatti, inizia il campionato con De Cesare in panchina. Il “Toro di Mariconda”, così com’era conosciuto ai tempi in cui giocava tra Salernitana e Chievo Verona, conduce i delfini in testa ma tra gennaio e febbraio la squadra va in crisi e raccoglie soltanto 3 punti in 5 partite. Il Sorrento si rifà sotto, supera l’Agropoli ed approfitta in pieno del momento negativo della rivale, riuscendo addirittura ad accumulare 8 punti di vantaggio. Quando alla fine mancano 8 giornate la società dell’Agropoli esonera De Cesare ed affida la panchina a Olivieri. La squadra  cambia marcia. Vince 6 partite e ne pareggia 2 ed alla fine, anche grazie alla vittoria sul campo del Sorrento per 3-1 alla penultima giornata, chiude a pari punti. Dopo il ko nello spareggio non era facile soprattutto mentalmente rifocalizzare l’obiettivo sulla porta di servizio chiamata spareggi. L’Agropoli salta le semifinali dei play-off del proprio girone ed attende il Nola in finale superandolo per 1-0. Nelle semifinali nazionali i delfini hanno la meglio sul Vastogirardi. In Molise è pari per 1-1. Al ritorno in Campania, domenica scorsa, il risultato al 90′ è identico e si va ai supplementari. Qui una zampata di Apicella, permette ai cilentati di approdare in finale e di trovare il Castrovillari. Occhio al centrocampista centrale classe 2000 Gianmaria Guadagno, scuola Lazio, al rientro dalla squalifica e stabilmente in Rappesentativa Nazionale Under 18. Prima linea importante per gli azzurri che hanno il miglior attacco dell’Eccellenza campana con 54 reti segnate in campionato: 24 delle quali dall’accoppiata Maione (13)-Capozzoli (11). Disinnescare loro due, vorrebbe già dire tanto per il Castrovillari. (Alessandro Storino)

Da tenere d’occhio il 2000 Guadagno, al rientro dalla squalifica e stabilmente in rappresentativa nazionale under 18
Attacco importante, il migliore in stagione regolare con 54, guidato da Vincenzo Maione e dal capitano Capozzoli

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it