Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, c’è un piano per arrivare a 20mila tifosi al Marulla

Cosenza, c’è un piano per arrivare a 20mila tifosi al Marulla

Rappresentanti della società sono in costante contatto con le autorità e con il Prefetto. Ecco come il Cosenza vorrebbe permettere a tutti di gremire il Marulla domenica sera.

«Si informa che al momento sono disponibili i tagliandi dei soli settori indicati nel presente comunicato. La Società Cosenza Calcio auspica l’apertura di ulteriori settori dell’impianto e attende in tal senso comunicazioni da parte dell’autorità competenti». Nel comunicato ufficiale il club rossoblù ha aperto la prevendita “solo” per la Tribuna A (andata esaurita in poche ore), per la Curva Bergamini (verso il sold out nel pomeriggio), per la Tribuna Blu e per la Tribuna Rossa Sud. Di sicuro non aprirà la Tribuna Rossa Nord, o almeno non aprirà al pubblico perché verrà destinata agli accreditati della formazione ospite così come avvenuto negli ultimi tempi. Il resto è tutto in evoluzione, figlio di un sopralluogo effettuato ieri sera al San Vito alla presenza di uomini di Palazzo dei Bruzi.

Il responsabile dei rapporti istituzionali Carlo Federico e il capo della sicurezza del club Luca Giordano sono in costante contatto con i rappresentanti delle autorità e della Prefettura: tutti sono consapevoli che, in caso di risultato positivo dei rossoblù a Bolzano, le richieste potrebbero superare quota 20mila. A quel punto non resterebbe altro da fare che tentare di destinare al pubblico di casa non solo la Tribuna B e la Tribuna B coperta (per le quali verrà dato l’ok entro domani mattina), ma anche la Curva Nord (per cui serve una concreta apertura).

I sostenitori ospiti, al massimo una ventina, verrebbero sistemati nello spicchio di Curva Catena sopra la sala stampa, mentre il resto del settore soddisferebbe la voglia della piazza di non perdersi una notte magica che potrebbe regalare il pass per Pescara e la finalissima. L’ultima volta che l’intero stadio fu preso d’assalto il Cosenza festeggiava il Centenario. Di giorno in giorno sono attese novità, ma l’ultima parola spetta sempre alla Commissione di vigilanza.

 

Related posts