Tutte 728×90
Tutte 728×90

Micieli: “Futuro? Per il momento solo sondaggi. Addio al Roggiano: vi dico tutto”

Micieli: “Futuro? Per il momento solo sondaggi. Addio al Roggiano: vi dico tutto”

Il tecnico ci parla anche della sua felicità per il Castrovillari: “Lì mi sento a casa ogni volta che torno. La Serie D è il minimo per quella piazza”. E sulla sua prossima destinazione spiega: “Ciò che conta è il progetto e non la categoria”.

 

Il “Micio” è pronto a tornare. Eugenio Micieli, dopo l’addio al Roggiano dello scorso marzo,torna a parlare con la stampa. Per il momento l’allenatore è in vacanza. Ma tra poco potrebbero esserci sorprese riguardo il suo futuro. Micieli  sta sfogliando la margherita in attesa delle chiamata giusta. Di questo e altro abbiamo parlato con l’allenatore roggianese.

Mister, cosa bolle in pentola per la prossima stagione?
“Diciamo che per il momento ci sono stati soltanto dei sondaggi con qualche squadra d’Eccellenza e di Promozione. Per ora però, nulla di concreto. Ancora comunque è presto e molte squadre si stanno ancora organizzando per la prossima stagione”.
Che tipo di squadra cerca. Ha dei paletti che riguardano magari la categoria oppure no?
“No. Assolutamente. Quello che mi interessa è solo ed esclusivamente un progetto serio. Nel quale ci sia l’interesse di tutti quanti a fare bene e, soprattutto, mi si assicuri la tranquillità della squadra. Ho fatto per tanti anni il calciatore e quando il mio pensiero è stato soltanto quello di allenarmi, ho sempre dato il meglio. Quando al contrario, un calciatore deve pensare anche ad altre cose, non riesce ad esprimersi come può. Non mi interessa che la squadra sia di Eccellenza, Promozione o altro”.
Considerando il rapporto interrotto nel finale, cosa non ha funzionato nella sua esperienza con il Roggiano, squadra della sua città, guidata nello scorso campionato di Promozione?
 “Penso che il detto latino nemo propheta in patria, sia assolutamente corretto. Con il Roggiano è stata un’esperienza importante ma che non rifarei. A marzo abbiamo deciso di comune accordo con la società di interrompere il rapporto visto che avevamo diversità di pensiero su diverse cose. Fino a quando sono stato io alla guida della squadra posso dare un giudizio più che positivo alla stagione. Siamo stati in corsa per i play-off, oltre ad essere l’unica squadra ad aver battuto il Corigliano. Ci tengo a precisare però che il rapporto con la società è rimasto più che ottimo e resto un tifoso del Roggiano”.
A proposito di tifo, so che è stato un grande sostenitore del Castrovillari in questa sua cavalcata verso la Serie D.
“Il Castrovillari mi è rimasto nel cuore. Con la maglia rossonera ho giocato tre stagioni bellissime ed ogni volta che torno lì mi sento a casa mia per il rapporto splendido che ho con la società e con i tifosi. Da quando ho lasciato la panchina del Roggiano sono stato presente a tutte le partite al “Mimmo Rende”. E domenica è arriva anche per me questa grandissima gioia per il salto di categoria. Una piazza come Castrovillari merita almeno la D, ma per passione e tradizione, non ha nulla da invidiare anche a molte squadre di Serie C”. (Alessandro Storino)

 

 

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it