Tutte 728×90
Tutte 728×90
Tutte 728×90

Avvocati penalisti, la Camera Penale di Cosenza aderisce all’astensione

Avvocati penalisti, la Camera Penale di Cosenza aderisce all’astensione

La Camera Penale di Cosenza aderisce all’astensione di tre giorni proclamata dall’Unione delle Camere Penali italiane. Una decisione che arriva dopo un lungo confronto avvenuto tra gli avvocati penalisti e soprattutto dopo il “caso Bari”. 

Il Consiglio direttivo della Camera Penale di Cosenza, osserva: «La gravità della situazione venutasi a determinare negli uffici giudiziarie di Bari, a seguito dell’ordinanza di sgombero dei locali del tribunale e della procura» è tale «da imporre una ferma presa di posizione dell’avvocatura penale italiana a tutela della giurisdizione e della intera collettività coinvolta oltre che della dignità della funzione difensiva». E ancora: «Tale drammatica situazione risulta infatti paradigmatica di un atteggiamento di totale disinteresse per l’effettiva qualità della giurisdizione, che si è risolto, nel tempo, nella mancanza di programmazione nel campo dell’ammodernamento e dello sviluppo dell’edilizia giudiziaria, che rappresenta in ogni paese lo specchio della cura e del rispetto che i giovani assegnano alla funzione giurisdizionale ed in particolare al ruolo fondamentale ed insostituibile che in essa svolge l’avvocatura penale».

Critiche anche al neo ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede: «Tale mancato rispetto è risultato con evidenza laddove il ministro Bonafede si è vantato di avere fatto, all’emergere della crisi, un’unica telefonata al rappresentante della magistratura associata, omettendo invece ogni contatto con la rappresentanza dell’avvocatura penale». Queste ed altre motivazioni, con passaggi critici anche verso la politica, sono contenuti nel documento a sostegno della delibera firmata dall’Unione delle Camere Penali. L’astensione ci sarà dal 25 al 27 giugno.

Related posts