Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, da decidere anche il futuro di ben undici giovani calciatori

Cosenza, da decidere anche il futuro di ben undici giovani calciatori

Tra i giovanissimi che hanno fatto parte della rosa di Braglia e quelli che rientreranno dai prestiti, i rossoblù dovranno prendere una decisione su tanti calciatori. Da Sueva a Bilotta, passando per Collocolo, Quintiero, Pellegrino, Stranges, Iudicelli, Tribulato, Ruffolo, De Luca e Grosso.

Tra le questioni da risolvere al più presto in casa Cosenza, c’è anche quella relativa ai tanti giovani di proprietà rossoblù già in orbita prima squadra. Tra quelli che hanno fatto parte dell’organico di Braglia e quelli rientranti dai prestiti, il numero totale è di ben undici calciatori. Qualcuno tornerà utile per il torneo di Primavera 2 che il Cosenza dovrà giocare da quest’anno. Altri andranno via. Chi in prestito, chi per scadenza del contratto di formazione e chi verrà svincolato. I primi della lista sono quelli rimasti in organico con il Cosenza quest’anno. Il centrocampista Michele Collocolo (nella foto), l’attaccante Gianluigi Sueva ed il portiere Francesco Quintiero. Il primo, classe 1999, ha esordito con i grandi già due stagioni fa addirittura ai tempi di Roselli. Se ne dice un gran bene ma finora non ha mai trovato la consacrazione, rimanendo sempre alla casa madre ma collezionando pochissime presenze. Quest’anno per lui solo 8 minuti in tutta la stagione.

Con il Cosenza ha un contratto di formazione in essere che scadrà tra pochi giorni.  Difficile la conferma. Sueva, classe 2001, è forse la pepita d’oro del vivaio del Cosenza. Esterno d’attacco tutto dribbling e velocità. E’ il capocannoniere della squadra nel torneo Berretti ed ha collezionato qualche panchina tra i grandi. Su di lui ci sono da tempo gli occhi del Napoli. Potrebbe rientrare nelle trattative che riguardano gli eventuali rinnovi dei prestiti di Tutino e Palmiero con i partenopei. Chi lo vuole deve corrispondere al Cosenza una discreta cifra. Altrimenti potrebbe anche essere aggregato alla prima squadra. Quintiero invece, classe 2000, è stato il terzo portiere di quest’anno e titolare nella Berretti. Possibile rimanga ancora a Cosenza, visto che l’idea è di costruire la squadra Primavera con i ragazzi nati tra il 2000 ed il 2001. Sempre parlando di portieri, rientrerà dal prestito al Taranto il classe ’98 Paolo Pellegrino. E’ reduce da due anni di fila da titolare in Serie D (il primo anno a Palmi) dove ha sempre fatto bene.

Possibile che venga ceduto definitivamente. Sempre da Taranto tornerà anche Andrea Bilotta. Il difensore nato nel 1999 è forse il miglior prospetto tra i giovanissimi del Cosenza. Anche per lui, dopo l’esordio con i grandi grazie a De Angelis, un campionato da protagonista in Puglia nel quale ha raccolto ben 24 presenze. Il Cosenza è probabile che lo porti in ritiro per valutarlo. Faranno ritorno dal Messina invece Marco Stranges e Pierluigi Iudicelli. Entrambi classe ’99, sono reduci da sei mesi alle dipendenze di mister Modica in Serie D con la maglia giallorossa. Esperienza più o meno simile per entrambi. Dodici presenza, di cui due da titolare, per l’esterno d’attacco Stranges. Undici presenze, di cui una da titolare, per il centrocampista Iudicelli. Il primo, soprattutto, ha più mercato. Il Cosenza potrebbe proporre ad entrambi un contratto di formazione e girarli nuovamente in prestito. Non ha fatto benissimo invece il ’99 Simone Tribulato. L’esterno destro è stato in prestito prima al Gravina e poi all’Acireale, sempre in Serie D, non lasciando però il segno in nessuna delle due squadre.

Non ha convinto nemmeno l’attaccante Davide Ruffolo. La stagione del calciatore nato nel 1999 si è divisa tra Altamura e Francavilla, sempre in Serie D, segnando soltanto un gol in 10 presenze complessive. Futuro in dubbio per tutti e due. E’ stata invece molto condizionata dagli infortuni la stagione del terzino Roberto De Luca. Il ’99 in prestito al Gela in Serie D, ha collezionato soltanto 6 presenze in tutta la stagione. Probabile un nuovo prestito. E’ invece reduce dalla vittoria dei play-off nazionali d’Eccellenza con il Castrovillari il centrocampista Omar Grosso. Nato nel 1998, ha disputato un ottima seconda parte di stagione in maglia rossonera. Possibile che il calciatore venga svincolato. (Alessandro Storino)

Related posts