Tutte 728×90
Tutte 728×90

Usura ed estorsioni, i nomi degli indagati: rigettate quattro richieste di misura cautelare

Usura ed estorsioni, i nomi degli indagati: rigettate quattro richieste di misura cautelare

L’inchiesta contro il giro di usura ed estorsioni, smascherati dalla procura di Cosenza grazie alla collaborazione investigativa dei carabinieri della Compagnia di Cosenza, certifica un tessuto sociale sofferente e disposto a tutto pur di portare avanti la famiglia. E ciò significa anche prendere soldi in prestito, con relativi tassi usurai, per fare la spesa. 

Insomma la soglia di povertà è molto basso e viene a galla quando i carabinieri scoprono che i presunti aguzzini utilizzavano metodi criminali per intimorire le vittime. Intimidazioni messe in atto per riavere più di quanto fosse stato prestato loro.

L’indagine dei carabinieri, come detto in altri servizi, è destinata ad allagarsi. Intanto, ecco chi sono gli indagati coinvolti nell’operazione portata a termine oggi dai militari dell’Arma del Comando Provinciale di Cosenza.

Nel dettaglio, sono stati raggiunti dalla custodia in carcere Salvatore Pati, Giuseppe De Rose e Leonardo Lucia; ai domiciliari Fernando Patituccci, Bartolomeo Bevilacqua, Pasquale Giudice, Alessandro Morrone, Francesco Di Sanzo, Francesco Abbruzzese; obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per Francesco Carbone, Giovanni Bruni, Massimo Bevilacqua, Saverio Angelo Marsicano e Angelo Cozza.

Il gip del tribunale di Cosenza, Francesco Luigi Branda, ha rigettato quattro richieste di misura cautelare. (a. a.)

 

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it