Serie C

Problema fideiussioni in Serie C, Rende e Reggina invitate a “valutare” la loro

La Serie C avrebbe invitato Rende, Reggina e un’altra decina di club a presentare una nuova fideiussione. Il caso, sollevato da Garavina, dovrebbe avere un seguito nella prossima settimana.

Oltre a Arzachena, Cuneo, Juve Stabia, Lucchese, Matera, Pro Piacenza, Siracusa, Teramo, ci sarebbero anche due calabresi, Reggina e Rende, ad aver presentato una fideiussione con la Finworld, una società assicurativa che potrebbe ricevere lo stop dal Consiglio di Stato. A riportare la notizia è il sito tuttoc.com. Il presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, aveva avvertito i club del rischio nel presentare una fideiussione al momento regolare, ma che potrebbe essere invalidata, per le norme che regolano la Lega Pro, in seguito alla decisione del Consiglio di Stato sulla stessa Finworld.

Queste società sono state invitate a presentare una nuova documentazione entro la prossima settimana e alcune pare si siano già attivate, altre risentono delle difficoltà societarie ed economiche palesate anche dalla Covisoc. Altre ancora sono tranquille, convinte della bontà delle proprie fideiussioni. Il caso, insomma, si infittisce.

LA POSIZIONE DEL RENDE. In merito ad alcune notizie apparse sugli organi di stampa, il Rende Calcio precisa di aver ottenuto in data 12 luglio il rilascio della licenza nazionale e di essere regolarmente iscritto al campionato di Serie C 2018/19.

LA LEGA PRO. Gravina, inoltre, a Repubblica ha parlato dell’argomento. «La storia è chiara, noi abbiamo fatto la nostra parte sino in fondo. Ho scritto a questi club, devono mettersi in regola. Rischiano 300.000 euro di ammenda, equivalente della fideiussione, e una penalizzazione in classifica. Fideiussione falsa per la Triestina è normale? No, non è per niente normale. Ho denunciato la società alla Procura della Repubblica e alla procura federale: loro si considerano parte lesa e adesso presenteranno un’altra fideiussione buona. Poi, forse saranno penalizzati. Tutti si dichiarano truffati. Così non si può più andare avanti, lo ho detto anche a Fabbricini. Su 60 società, 48 sono da serie A, una decina si iscrivono solo con una domanda senza tassa, fidejussione, pagamento dei calciatori. Poi si avanti coi ricorsi e con le penalizzazioni. Così facendo, per la nostra Lega è un danno di immagine, rischiamo di perdere gli sponsor, anzi li abbiamo già persi. Farò un’azione di responsabilità».

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina