Tutte 728×90
Tutte 728×90

Bari e Cesena salutano la Serie B, i due club non si iscriveranno

Bari e Cesena salutano la Serie B, i due club non si iscriveranno

Senza Bari e Cesena possono far festa Siena e Ternana: le prime due in graduatoria. Nonostante l’assemblea di Serie B avesse accettato la proposta del Brescia di bloccare i ripescaggi, la Figc ha confermato il format a 22.

Bari e Cesena salutano la Serie B. Il Cesena non presenterà ricorso (aveva tempo fino alle 19 di ieri sera) per rimediare alla prima bocciatura della Covisoc (73 milioni di debito, di cui circa 40 con l’Erario). I bianconeri, infatti, con una nota del Cda, hanno comunicato di aver aderito all’istanza di fallimento avanzata dalla Procura della Repubblica di Forlì. L’udienza del fallimento è fissata per il 9 agosto. Andato male, inoltre, un ultimo disperato tentativo per recuperare i 6 milioni necessari per rientrare in gioco per l’iscrizione. Il Cesena saluta dopo 78 anni, da tanto viveva il club romagnolo che ha disputato 13 campionati di A e vanta anche una partecipazione in Coppa Uefa nella stagione 1975-76.

Scomparirà anche il Bari: Andrea Radrizzani non si è insediato e il club non parteciperà al prossimo torneo cadetto. Così lo stesso Radrizzani: «Negli ultimi giorni abbiamo valutato attentamente la possibilità di investire nel AS Bari insieme ad altri partners e investitori locali. Purtroppo il poco tempo disponibile per eseguire una due diligence dettagliata e approfondita consona ad una operazione con un alto profilo di rischio ci costringono a malincuore ad abbandonare questa idea e sfida. Auguriamo che la società possa essere salvata e restiamo disponibili a valutare future collaborazioni e investimenti». Ieri mattina si era dimesso da presidente del Cda Cosmo Giancaspro. L’unica prospettiva per i Galletti è ripartire dalla Serie C con il titolo del Bisceglie. Nel giro di pochissimi giorni i giocatori di Bari e Cesena saranno tutti svincolati e alcuni di loro già si stanno già allenando altrove.

A questo punto possono far festa Siena e Ternana. Vale a dire le prime due in graduatoria. Nonostante l’assemblea di Serie B avesse accettato la proposta del Brescia di bloccare i ripescaggi, il Consiglio Federale ha rigettato tale ipotesi in quanto arrivata oltre i tempi massimi. Toscani e umbri, pertanto, sono con un piede e mezzo tra i cadetti.

Related posts