Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza è preoccupato per il restyling del Marulla

Il Cosenza è preoccupato per il restyling del Marulla

Il club è già stato costretto a chiedere l’inversione di campo col Trapani. Il Cosenza aspetta un’accelerata dei lavori al terreno di gioco per evitare brutti scherzi tra qualche settimana…

E’ la questione stadio in questi giorni a passare pericolosamente sotto traccia tanto dal suscitare la preoccupazione da parte di Braglia e del clan rossoblù. Dopo essere stati costretti all’inversione di campo con il Trapani e ad un viaggio per nulla semplice in Sicilia, il Cosenza aspetta di capire se potrà regolarmente disputare al cospetto dei propri tifosi il primo match interno di campionato.

Il rischio che ciò possa essere precluso a Corsi e compagni c’è e il presidente Guarascio ne è consapevole. Ha chiesto spiegazioni all’amministrazione comunale ricevendo delle rassicurazioni in merito, ma è quasi scontato che i Lupi chiedano di esordire in Serie B in trasferta. Questo per “guadagnare” un’altra settimana di tempo e sperare che gli interventi sul rettangolo verde del Marulla possano essere conclusi nei tempi indicati subito dopo il 16 giugno.

A dare paradossalmente una mano a Via degli Stadi potrebbe essere il caos che avvolge la cadetteria. I tribunali e i ricorsi delle singole squadre hanno già fatto annullare l’evento di presentazione dei calendari fissato al Rendano e minacciano di far slittare anche il via alle ostilità.

I lavori all’infermeria e negli spogliatoi sono stati consegnati in tempo dalla ditta appaltatrice, tanto che alla ripresa degli allenamenti il Cosenza potrà allenarsi al Sanvitino senza però passare mai sul campo grande. E’ proprio questo l’ostacolo da superare. Nel contesto appena descritto, i rossoblù restano alla finestra e aspettano che da Palazzo dei Bruzi arrivi l’ordine di accelerare. Con la Serie B e gli ispettori di lega c’è poco da scherzare. (Antonio Clausi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it