Tutte 728×90
Tutte 728×90

Garritano è del Cosenza. Il calciatore ha firmato a Verona

Garritano è del Cosenza. Il calciatore ha firmato a Verona

Luca Garritano è il colpo del calciomercato del Cosenza. Ha firmato il contratto a Verona nella sede del Chievo e partirà subito per tornare in Calabria. Arriva in prestito secco.

Luca Garritano (’94) è un nuovo calciatore del Cosenza. Piero Braglia lo aspetta da subito per l’allenamento di domani dopo che il ragazzo oggi ha firmato il contratto che lo legherà fino a giugno alla squadra del suo cuore. Per ratificare il passaggio in rossoblù si è recato nella sede del Chievo Verona e subito dopo si è organizzato per il viaggio che lo riporterà in Calabria.

Luca Garritano incarna il prototipo del calciatore moderno ed ha la testa e l’intelligenza per ricoprire tanti ruoli: esterno d’attacco, seconda punta, attaccante centrale, mezzala e quinto di centrocampo sono le posizioni occupate negli ultimi tempi. E’ stato strappato alla Real Cosenza del suo allenatore Bebè De Maddis quando aveva 15 anni: lo prese l’Inter.

Lontano dai riflettori e fuori dalla movida milanese, ha saputo metabolizzare al meglio il distacco dalla Calabria e dalla famiglia fino a conquistarsi l’esordio in Serie A. Domenica 21 aprile 2013 Stramaccioni gli regalò quindici minuti del match contro il Parma. Non era una partita scontata, una di quelle che vinci 3-0 e mandi in campo il ragazzino, ma una gara bloccata sullo 0-0 che avrebbe potuto causare drastiche conseguenze. Entrò al posto di Schelotto, dando brio e vivacità alla fascia sinistra.

Garritano è passato da una formazione all’altra del vivaio nerazzurro: la trafila classica che si addice a chi non brucia le tappe e spesso se stesso. Con i Giovanissimi ha vinto uno scudetto, ripetendosi nel 2012 con Berretti e Primavera dove segnò nelle due finali. Ha giocato per la Next Generetion Cup, poi Stramaccioni gli regalò anche scampoli preziosi in Europa League contro il Neftci Baku.

La carriera di Garritano continuò a Cesena dove vinse il campionato di Serie B e tornò a giocare nel massimo torneo italiano. A seguire il Modena, ancora Cesena che riscattò la comproprietà dai nerazzurri e il trasferimento al Chievo Verona. Altri 11 gettoni in A al Bentegodi prima della nuova esperienza a Carpi.

In mezzo, nel novembre del 2016, anche la convocazione da parte del commissario tecnico della Nazionale Giampiero Ventura per uno stage. Garritano rispose presente con orgoglio alla chiamata, adesso vede solo rossoblù: agli amici in cosentino stretto ha già detto «Jamu Lupi!». (Antonio Clausi)

Related posts