Rende Calcio

Il Rende dà la “sveglia” al Crotone (2-1). Dal mercato arriva Maddaloni

Allo Scida i biancorossi di Modesto si impongono con le reti di Actis Goretta e Laaribi, inutile il rigore di Rodhen nella ripresa. Maddaloni del Palermo vicino al sì col Rende.

In attesa di capire se i campionati di B e C partiranno effettivamente senza registrare intoppi ed ulteriori slittamenti, il Rende di Francesco Modesto si regala una bella vittoria contro una squadra di riconosciuto spessore agonistico. Questa è il Crotone di Stroppa, pronta a dare battaglia al prossimo campionato di seconda serie. I biancorossi, con una prestazione di grande personalità e intensità sbancano lo Scida con le marcature del capitano Actis Goretta e del regista Momo Laaribi.

Cronaca. Modesto, un derby quello giocato da lui oggi, ha mandato in campo i biancorossi con il 3-4-3: davanti a Savelloni hanno giocato Germinio, Minelli e Sabato. A centrocampo sulle corsie laterali sono stati preferiti Viteritti e Blaze, mentre nella zona centrale del campo il mister ha scelto Awua e Franco. In attacco il tridente era composto da Rossini, Actis Goretta e Gigliotti. Il Crotone è partito con il 3-5-2. In porta Cordaz, è stato difeso da Curado, Golemic e Sampirisi. Al centro delle manovre pitagoriche c’era Benali con ai suoi fianchi Molina e Stoian. Sulla fascia destra ha giocato Faraoni, su quella macina Martella. Il duo offensivo era formato da Nalini e Simy.

Pronti, via e al 5’ del primo tempo gli ospiti vanno in vantaggio con il diagonale, preciso, di Goretta. All’8’ Simy non sfrutta al meglio il passaggio di Nalini. Seguono due occasioni rossoblu: sia Nalini che Martella provano due conclusioni da fuori area, ma per Savelloni nulla di grave. Tuttavia, il Rende è più insidioso. Al 31’ i biancorossi quasi raddoppiano: contropiede fulmineo che si conclude, passando in ultima istanza dai piedi di Rossini, sul montante alto della porta difesa da Cordaz. Passano due minuti, Simy sfiora il pareggio con un diagonale che termina sul fondo.

I due mister, prima dell’inizio del secondo tempo, effettuano qualche cambio: nel Crotone Festa, Marchizza, Firenze, Rohden, e Spinelli subentrano rispettivamente a Cordaz, Golemic, Faraoni, Stoian e Simy. Sul fronte opposto Godano entra al posto di Viteritti. E’ l’unico cambio all’intervallo per Modesto. Rientrando in cronaca, al 10’ gli spettatori presenti allo Scida osservano la prima vera azione della ripresa. Rohden lancia Martella sul primo pale trovando libero Spinelli che non riesce a colpire il pallone per un niente. I due tecnici ricorrono ad altre modifiche: Modesto inserisce qualità con Laaribi (al posto di Goretta), più in la dà una chance al giovane Di Giorno, che solleva Awua. Tra le file degli ionici Valietti, Solijc, Crociata e l’ex Cuomo entrano al posto di Molina, Benali, Martella e Curado. Dopo questi accorgimenti, il Rende timbra il 2 a 0 al 25’. L’occasione del raddoppio premia le scelte fatte del mister biancorosso: sono infatti Godano e Laaribi a condurre in avanti i compagni e, alla fine, con il diagonale del secondo, battere Festa. E’ lì che il Crotone si sveglia dal torpore e reagisce. Al 29’ Rohden accorcia le distanza su rigore, concesso ai crotoniati per fallo di Blaze su Firenze. Da qui al termine dell’incontro si segnalano due occasioni di sponda rossoblu. Al 43’ Spinelli riesce a saltare una serie di avversari, ma, davanti a Savelloni, non imprime al tiro la giusta potenza per sperare nel gol. In pieno recupero, infine, al 48’, Firenze si divora la rete del pareggio.

CALCIOMERCATO. Ufficializzato il nuovo centrocampista Pasquale Giannotti, classe ’99, in prestito dal Crotone fino al giugno 2019, e perfezionato il prestito di Demetrio Cassalìa, portiere classe ’00 (che ha partecipato al ritiro con Modesto), al Cittanova in Serie D, il Rende a breve abbraccerà un nuovo tesserato proveniente dal Palermo. Rosario Maddaloni, difensore centrale classe ’98, lo scorso anno sempre in C al Fano rinforzerà ulteriormente il pacchetto arretrato biancorosso. Il Rende si è aggiudicato il centrale palermitano battendo la concorrenza della Paganese. (Giulio Cava)

Il tabellino:
Crotone (3-5-2): Cordaz (1’ st Festa); Curado (18’ st Cuomo), Golemic (1’ st Marchizza), Sampirisi; Faraoni (1’ st Firenze), Molina (18’ st Valietti), Benali (26’ st Solijc), Stoian (1’ st Rohden), Martella (30’ st Crociata); Nalini (40’ st Nanni),  Simy (1’ st Spinelli). In panchina Figliuzzi, Zanellato. All: Stroppa
Rende (3-4-3): Savelloni (31’ st Borsellini); Germinio, Minelli, Sabato (45’ st Sanzone); Viteritti (1’ st Godano), Awua (32’ st Di Giorno), Franco, Blaze; Rossini, Actis Goretta (18’ st Laaribi), Gigliotti. In panchina Palermo, Coppola, Carbone, Boscaglia, Ferreira. All: Modesto
Arbitro: Nicoletti di Catanzaro
Marcatori: 5’ pt Actis Goretta (R), 25’ st Laaribi (R), 29’ st Rohden su rigore (C)
Note – Spettatori 2000. Angoli 11-3 in favore del Crotone. Recuperi 0’ pt e 3’ st

Tags
Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina