Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, solo l’ultimo precedente ad Ascoli sorride ai Lupi. In campionato…

Cosenza, solo l’ultimo precedente ad Ascoli sorride ai Lupi. In campionato…

Al Del Duca il Cosenza ha vinto solo in Coppa Italia con Arrighini e La Mantia. Tra Serie B e Serie C precedenti favorevoli all’Ascoli. Una volta Bia pareggiò una rete di Bierhoff.

Il Del Duca di Ascoli è stato violato dal Cosenza soltanto una volta in Coppa Italia, mentre per ciò che concerne il campionato non si registrano vittorie dei Lupi nelle Marche. Proprio per questo, a Braglia e ai suoi uomini spetta un compito arduo: sfatare un altro tabù dopo quelli abbattuti nello scorso torneo di Serie C.

In tutto sono dieci i precedenti, con quello di Tim Cup relativo alla stagione 2015-2016 a sorridere ai rossoblù. I più attenti ricorderanno che in una nottata d’agosto Tripoli illuse i padroni di casa, poi però nel finale si scatenarono La Mantia e Arrighini.

I nove precedenti in campionato, invece, hanno portato soltanto sei punti ai Lupi frutto di altrettanti pareggi. Nel resto degli incontri il Cosenza è tornato in Calabria con le pive nel sacco. Il primo match è relativo al campionato di Serie C ’64-’65 e finì 0-0 e come nel ’65-‘66. A seguire, la prima affermazione bianconera col punteggio di 2-1.

Per rivedere le due formazioni l’una di fronte all’altra bisogna fare un salto negli al 1990, al 23 settembre. Casagrande e Sabato sbrigarono la pratica con il più classico dei risultati volando verso al Serie A. Al ritorno in cadetteria, nel ’92-’93, toccò a Giovanni Bia pareggiare i conti dopo il favoloso attaccante Oliver Bierhoff aveva timbrato il cartellino. Altro 1-1 anche la stagione seguente griffato da Incocciati e Lemme, mentre ne ’95-’96 finì 0-0.

Con Giuliano Sonzogni in panchina, campionato di Serie C ’97-’98, toccò a Fresta riportare in parità le sorti dell’incontro dopo che Pelosi aveva fatto secco Soviero e Bega si era fatto espellere. L’ultimo faccia a faccia prima del blitz di Coppa Italia nel 2002-2003: Ascoli-Cosenza finì con un perentorio 3-0 reso possibile da Bonfiglio e da un giovanissimo Franco Brienza.

Related posts