Tutte 728×90
Tutte 728×90

Finalmente parte la Serie B. Gli addetti ai lavori la vedono in questo modo

Finalmente parte la Serie B. Gli addetti ai lavori la vedono in questo modo

Brescia-Perugia stasera darà il via alla stagione di Serie B. In molti hanno inserito il Cosenza in terza fascia, per noi vale di più. 

Parte il campionato di Serie B con l’anticipo di questa sera (ore 21) tra Brescia e Perugia. Si tratta di due formazioni che hanno condotto un mercato ambizioso, ma in tempi differenti. Le rondinelle si sono mosse per tempo strappando Donnarumma all’Empoli, mentre gli umbri hanno aspettato i botti finali per regalare ad Alessandro Nesta un organico di buon livello. “Pesando” le griglie di partenza pubblicate dalle testate nazionali negli ultimi giorni, vi proponiamo quella che grossomodo racchiude le idee più diffuse. Il Cosenza, però, secondo noi potrebbe valere di più.

PRIMA FASCIA. Il Benevento e il Verona saranno le squadra da battere. Per gli scaligeri, a parte un organico forte per la B, parla la coppia gol Di Carmine-Pazzini. I sanniti, con acquisti di grande qualità e con l’esperienza di gente come Maggio e Nocerino che ha accettato di scendere di categoria solo per tornare immediatamente in A, si pongono allo stesso livello dell’Hellas. Stamattina la Gazzetta dello Sport ha inserito anche il Crotone tra le favorite, motivando la decisione con il mercato conservativo portato avanti dalla coppia Vrenna-Ursino. In riva allo Ionio, però, c’è l’incognita stadio dopo che la Soprintentenza ha revocato l’agibilità. Chiude il quadro il Palermo che ha puntato di nuovo su Tedino in panchina e presenta una prima linea ricca di nomi quali Puskas e Nestorowsky.

SECONDA FASCIA. Donnarumma, dicevamo, (sulla carta) quasi da solo posiziona il Brescia a ridosso dei top-club e pronto a sfruttare le occasioni del campionato. Suazo, tecnico più giovane della B, invece è una scommessa di Cellino. Nel nugolo di formazioni da centro-classifica che potrebbero centrare i playoff a margine di stagioni positive, ci sono anche la Cremonese, lo Spezia, il Perugia, la Salernitana e il Venezia. In più, nonostante il -8 da scontare, non si può lasciare fuori il Foggia di Iemmello. Allo Zaccheria il centravanti catanzarese si esalta e Grassadonia si sfrega le mani col parco attaccanti che si ritrova.

TERZA FASCIA. Ad inserire il Cosenza in terza fascia oggi in conferenza stampa è stato anche Braglia. Di più ad agosto non si può pretendere da una neopromossa e pertanto in molti hanno scelto di utilizzare lo stesso metro anche con Lecce, Padova e Livorno. Gli organici delle due ex formazioni del girone C della Lega Pro, tuttavia, sembrano avere qualcosina in più rispetto a alle altre squadre provenienti dalla Serie C. Carpi, Ascoli, Cittadella e Pescara completano il quadro in attesa che i tribunali mettano il punto all’estate più calda che si ricordi per la cadetteria. (Francesco Pellicori)

Related posts