Tutte 728×90
Tutte 728×90

Dalla rete di Polacchi a quella di Casale. Tutti gli esordi del Cosenza in B

Dalla rete di Polacchi a quella di Casale. Tutti gli esordi del Cosenza in B

Domani parte il ventesimo campionato del Cosenza in Serie B. All’esordio 7 vittorie, tra cui quella di Napoli firmata da Riccio e Tatti. Ci fu un 2-2 con la Lazio, il ko più pesante a Foggia: 5-0.

Il Cosenza all’esordio in Serie B ha vinto 7 volte, perso 8 e pareggiato 4. Domani sera ad Ascoli sarà la ventesima volta che i Lupi disputeranno un campionato cadetto: non accadeva da 15 anni.

L’esordio assoluto avvenne nel 1946, quando la formazione rossoblù fu inserita nel girone C. Contro la Salernitana terminò 1-1 e dopo 1’ segnò Polacchi, mentre l’anno dopo andò meglio con la Scafetese: 3-1 grazie ad un’autorete e agli acuti di Loschi e ancora Polacchi.

Nel 1961 fu la Lazio a bagnare il ritorno in B del Cosenza. Il 2-2, griffato da Costa e Ardit, fu scoppiettante come si aspettavano i tanti sostenitori calabresi accorsi sugli spalti e che fecero registrare il record di incasso di 8milioni e 340mila lire. Nel ’62 l’Udinese capitolò all’ombra della Sila a causa di un rigore di Lenzi, mentre nel ’63 toccò al Foggia regalare un’immediata sconfitta col minimo scarto.

Quando Bruno Giorgi prese posto sulla panchina del San Vito nel 1988, arrivò il Genoa a battezzare il campionato più bello di sempre: più che lo 0-0 finale il ricordo è per i 20mila che tifarono come matti. Dopo le sconfitte con di Padova (3-1, inutile prodezza di Muro), Foggia (sonoro 5-0) e Bologna (2-1, segnò Marulla), il Cosenza tornò a fare punti all’esordio di nuovo a Padova nel 1992 (0-0) e sbancò Vicenza (1-0, Fabbris) l’anno dopo.

Nel 1994 il Venezia ammutolì il San Vito (1-0), l’estate seguente la Salernitana mandò in estasi i 30mila dell’Arechi con una rete di De Silvestro. L’anno della retrocessione, il ’96-’97, il Cosenza perse a Chieti contro il Castel di Sangro: fu il preludio ad una stagione da incubo.

Al ritorno in B, nel 1998, i gol di Riccio e Tatti portano il Cosenza ad uno dei punti più belli della sua pluricentenaria storia. Il 2-1 rifilato a domicilio al Napoli all’esordio in campionato restò negli annali. Nel ’99 l’Atalanta vinse a Cosenza e poi andò in A, mentre nel 2000 bastò un destro di Savoldi per far secco il Pescara.

Chiudono il quadro degli esordi i 2-1 rifilati al Cittadella nel 2001 (Tatti-Zaniolo) e al Vicenza nel 2002 (Casale e Alteri). Quest’ultimo match in realtà era la terza giornata, ma si disputò per prima a causa di una serie di sentenze dei tribunali che iniziarono a scuotere il mondo del calcio e indussero la lega a posticipare i due turni iniziali. (Antonio Clausi)

1946-1947 COSENZA-SALERNITANA 1-1
1947-1948 COSENZA-SCAFATESE 3-1
1961-1962 COSENZA-LAZIO 2-2
1962-1963 COSENZA-UDINESE 1-0
1963-1964 FOGGIA-COSENZA 1-0
1988-1989 COSENZA-GENOA 0-0
1989-1990 PADOVA-COSENZA 3-1
1990-1991
FOGGIA-COSENZA 5-0
1991-1992
BOLOGNA-COSENZA 2-1
1992-1993
PADOVA-COSENZA 0-0
1993-1994
VICENZA-COSENZA 0-1
1994-1995
COSENZA-VENEZIA 0-1
1995-1996 SALERNITANA-COSENZA 1-0
1996-1997
CASTEL DI SANGRO-COSENZA 1-0
1998-1999
NAPOLI-COSENZA 1-2
1999-2000
COSENZA-ATALANTA 0-1
2000-2001
COSENZA-PESCARA 1-0
2001-2002
COSENZA-CITTADELLA 2-1
2002-2003 COSENZA-VICENZA 2-1* (era la terza giornata, giocata per prima)

 

Related posts