Tutte 728×90
Tutte 728×90

Raimondo, freschezza Morrone: «Avanti in Coppa, poi il campionato»

Raimondo, freschezza Morrone: «Avanti in Coppa, poi il campionato»

Il giovane centrocampista è uno degli under più promettenti della Morrone. Così Raimondo: «Stranges è sempre prodigo di consigli e ci spiega ogni possibile situazione di gioco, cosa per noi fondamentale».

Luca Raimondo è uno dei ragazzi più promettenti della Morrone. Il tecnico Stranges e la società credono nelle sue qualità tanto da averlo strappato ad una folta concorrenza. Centrocampista classe 1999, proviene da un’esperienza ad Amantea dove tra Promozione ed Eccellenza ha già avuto modo di mettersi in evidenza. «L’approccio con la mia nuova squadra è stato subito positivo – ha detto – Mi sono ritrovato catapultato in un club dove è la storia a parlare. Il direttore Marco Chiappetta mi ha dato questa opportunità e l’ho colta al volo. Non avrò rimpianti, ne sono sicuro».

Ha esordito nella gara di Coppa Italia contro l’Acri e spera di convincere il proprio allenatore ad affidargli una maglia da titolare domenica prossima. «Con la Brutium Cosenza, rispetto all’ultima, sarà una partita del tutto differente – ha evidenziato Raimondo – Siamo desiderosi di passare il turno e vogliamo dimostrare sul campo di meritare la qualificazione. Stranges? Lavora molto bene, specialmente con i giovani. E’ sempre prodigo di consigli e ci spiega ogni possibile situazione di gioco, cosa per noi fondamentale».

Il 4-3-3 provato nelle fasi di precampionato esalta le sue qualità. «Vero, perché da interno posso provare a fare ciò che ritengo si sposi meglio con le mie caratteristiche, vale a dire inserirmi e dar manforte alle due fasi di gioco. So che il torneo di Promozione non sarà semplice, la concorrenza di Roggiano e Sambiase è agguerrita e formazioni come Aprigliano e Vigor Lamezia vantano organici da non sottovalutare. Nonostante questo, chiunque indossi la maglia della Morrone è animato da grandi aspettative. Lotteremo su ogni pallone e i traguardi collettivi sono gli unici da dover centrare. Per quelli individuali – chiude Raimondo – faremo i conti a maggio».

Related posts