Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza con un modulo nuovo? Sì, no, forse…

Cosenza con un modulo nuovo? Sì, no, forse…
Photo Credit To foto cosenza calcio

Le parole di Braglia in conferenza stampa («dobbiamo cambiare qualcosa») lasciano ipotizzare accorgimenti anche di natura tattica. Ecco le soluzioni.

Braglia non ha dato alcuna indicazione di formazione, anzi anche sulla questione-Palmiero si è trincerato dietro un generico «vedremo». E’ la chiara intenzione di «dover cambiare qualcosa» ad aver mandato sul chi va là squadra e staff, specialmente alla luce degli ultimi due allenamenti effettuati a porte chiuse.

Il Cosenza ha costruito le sue fortune su un solido 3-5-2, che nelle prime gare di campionato non ha prodotto però i frutti sperati. «Nessuno tatticamente ci ha messo sotto» ha precisato il tecnico toscano, ma contro il Perugia è probabile che stia confezionando qualche sorpresina.

Se da un lato verrebbe semplice accostare a Braglia l’amore di una vita, il 3-4-3, dall’altro è difficile che possa scegliere di lasciare Nesta in superiorità numerica a centrocampo. Insomma, i tre uomini in mediana potrebbero continuare a dare il loro apporto alla causa, ma a quel punto toccherebbe a difesa e attacco essere interessati dagli stravolgimenti.

Capela, Dermaku e Legittimo non sembra siano in discussione, ma l’ex Lecce ha nelle corde l’attitudine a giocare laterale. Difesa a 4, pertanto? Forse, nel caso la completerebbe Corsi. Nella zona nevralgica si insisterebbe con un play basso (Palmiero o lo stesso Mungo) e con due interni di cui almeno uno di qualità: potrebbe essere Garritano sul centrosinistra con Legittimo a guardargli le spalle.

Resta da comporre la prima linea e qui i discorsi si fanno interessanti. Il Cosenza dispone di elementi in grado di poter agire da ali (lo stesso Garritano, Tutino, Baez, Di Piazza) e di un trequartista (Mungo). Che sia un tridente o un tandem di attaccanti (Maniero, Baclet, Perez, Di Piazza) supportati da un fantasista, tuttavia, lo sa solo Braglia. Sempre ammesso che sia davvero intenzionato ad accantonare il 3-5-2… (Antonio Clausi)

Related posts