Tutte 728×90
Tutte 728×90

Braglia: «Ho la sensazione che il Cosenza abbia paura. Baclet…»

Braglia: «Ho la sensazione che il Cosenza abbia paura. Baclet…»

Piero Braglia dopo il pareggio con il Perugia: «Cambiare modulo? Devo vedere se il gioco vale la candela. Dobbiamo invertire tendenza, la squadra possiede una sua identità».

Piero Braglia voleva la vittoria. La desiderava perché i tre punti potevano ridare fiato ad una classifica caldissima e rilanciare le pretese rossoblù sul mantenimento della categoria. «Più che calo fisico – afferma Braglia – parlerei di paura. Ho questa sensazione che se non riusciamo a giocare e ci in nervosismo. Dispiace per tutto, però dobbiamo svoltare. Nel primo tempo dovevamo chiudere la partita. Invece di attaccare lo spazio, andiamo troppo incontro agli avversari: con i se e con i ma, tuttavia, non si fa la classifica».

Braglia approfondisce il concetto. «Dobbiamo invertire tendenza, la squadra possiede una sua identità. Ora dobbiamo anche provare chi al momento non ha giocato molto». Un passaggio importante lo offre alla fine della conferenza, quando parla della squadra. «Dai ragazzi pretendo rispetto. Qui tutti hanno la stessa dignità e possibilità. La squadra è una squadra di Serie B».

Infine Braglia non esclude la possibilità di variare il modulo di gioco: “Devo vedere se il gioco vale la candela. Il Cosenza ha una sua identità. Baclet? Lo volevo mandare in campo, ma ho dovuto dare precedenza a chi doveva sostituire chi aveva i crampi». (Giulio Cava)

Related posts