Tutte 728×90
Tutte 728×90

L’Unical compie 50 anni e ricorda primo rettore, Andreatta

L’Unical compie 50 anni e ricorda primo rettore, Andreatta

L’Unical festeggia i 50 anni. L’8 ottobre intitolazione del ponte ad Andreatta, convegno con Enrico Letta, intervista a nuovi e vecchi laureati con intermezzi musicali degli Avion Travel, inaugurazione cinema. 

L’Università della Calabria è nel pieno della ricorrenza della legge istitutiva n 442 del 12 marzo 1968 che verrà celebrata lunedì 8 con una giornata particolare, che comprende vari momenti in cui più che riflettere sul come si è arrivati con il clima politico di quegli anni in Calabria e nel Paese a scrivere ed approvare il testo di legge ormai noto, per effetto dei suoi contenuti e specificità innovativi in campo nazionale, rispetto al sistema universitario in vigore all’epoca, si è pensato di guardare piuttosto all’effetto prodotto con l’inizio delle attività organizzative avviate nel 1971, grazie alla nomina del Comitato Tecnico Amministrativo, dei quattro Comitati Ordinatori delle Facoltà di Ingegneria, Scienze Economiche e Sociali, Lettere e Filosofia, Scienze Matematiche Fisiche e Naturali, all’ elezione del suo primo Rettore nella persona del prof. Beniamino Andreatta ed alla scelta di collocare la sede dell’Università nei territori dei Comuni di Rende e Montalto Uffugo (31 luglio 1971).

Un anno in cui gli organi accademici sulla base della legge istitutiva hanno lavorato per redigere il primo statuto del nascente Ateneo promulgato con DPR 1 dicembre 1971, n 1329 a firma, d’Ordine del Presidente della Repubblica, del Ministro della Pubblica Istruzione, on. Riccardo Misasi, trovando nel Rettore Beniamino Andreatta un attento governatore dei destini della nascente Università, che per la Calabria doveva rappresentare un punto fermo della sua rinascita culturale e nel percorso di sviluppo economico e sociale. Proprio alla figura del Rettore Andreatta verrà riservata la cerimonia di apertura della giornata con la intitolazione del “ponte Campagnano” sulla statale 19 bis, la cui targa, benedetta dall’Arcivescovo, Mons. Francesco Nolè, verrà collocata, alla presenza della signora Giana Petronio Andreatta e del presidente on. Enrico Letta, all’inizio della struttura viaria nei pressi del cinema Garden di Rende.Una intitolazione chiesta dall’Associazione Internazionale “Amici dell’Università della Calabria”, diretta dalla prof.ssa Patrizia Piro, nel mese di giugno dello scorso anno in coincidenza della ricorrenza del decimo anniversario della scomparsa del prof. Andreatta, che i due Sindaci di Rende, Marcello Manna, e di Cosenza, Mario Occhiuto, hanno accolto favorevolmente aprendo un nuovo percorso di collaborazione per la stesura di un comune progetto indirizzato, come prospettavano i padri fondatori dell’Università, a creare la città unica o la grande Cosenza, come veniva indicato ai progettisti del concorso internazionale per la realizzazione del campus universitario.

Del progetto se ne potranno trovare i riscontri nei pannelli della mostra “Il Campus che nasce”, allestita nell’anfiteatro dell’Università (piazza Vermicelli), che sarà inaugurata alle ore 10,30, in cui si potranno ammirare alcuni elaborati dei sei progetti finalisti selezionati su sessantotto nel concorso internazionale indetto nel 1972 per la scelta del progetto della sede dell’Università, dai quali emersero le proposte migliori degli architetti Gregotti e Martensson.

La giornata prevede subito dopo un’analisi sui primi cinquant’anni dell’Università partendo dalla legge istitutiva del 1968 con gli interventi del Rettore, Gino Mirocle Crisci, del presidente della Giunta regionale della Calabria, Mario Oliverio, dei Sindaci di Cosenza e Rende, Mario Occhiuto e Marcello Manna, nonchè del direttore generale della programmazione del Ministero Università e Ricerca Scientifica, Daniele Livon. Concluderà il dibattito, moderato da Luca Ponzi, caporedattore Rai Calabria, l’on. Enrico Letta, direttore della Grande Ecole Sciences Po di Parigi.Nel pomeriggio, con inizio alle ore 14,30, verrà presentato il libro di Giana Petronio Andreatta “È stata tutta luce”, pubblicato dalla Bompiani. Presente l’autrice ne parleranno. Mariantonietta Colimberti, direttore della rivista Arel, ed il prof. Piero Fantozzi, che ha vissuto con Beniamino Andreatta gli anni iniziali della nascita dell’Università della Calabria. Il libro, infatti, racconta gli ultimi nove anni di degenza dell’economista e politico Nino Andreatta con i momenti più belli della loro vita vissuti a partire dal loro primo incontro giovanile di conoscenza in cui trova spazio anche il periodo di permanenza in Calabria per l’istituzione dell’Ateneo.

Subito dopo ci sarà spazio per la premiazione del video contest “Unical Movie Challenge” con interventi dei professori: Daniele Gambarara, decano del corso di laurea in “Filosofia e Scienze della Comunicazione e Conoscenza”; Patrizia Piro, Presidente Associazione Internazionale “Amici dell’Università della Calabria”; Luigino Filice, presidente del Centro Residenziale. Seguirà un dialogo a doppia voce, moderato da Luca Ponzi, con interviste a laureati di prima generazione dell’Università della Calabria, Franco Mollo (fisica), Aldo Semeraro (Scienze Economiche e Sociali), Menotti Imbrogno (Ingegneria), con quelli di ultima generazione.Il programma prevede anche uno spazio musicale degli “Avion Travel” che racconteranno cinquant’anni di storia attraverso sei canzoni. La giornata si chiuderà con l’inaugurazione, alle ore 17,00, del Cinema Campus, al cui interno si potranno visionare dei film che ripercorrono gli ultimi cinquant’anni del cinema italiano.

 

Related posts