Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza a piedi al Marulla. Colpa dei “jersey” che hanno fatto arrabbiare Braglia

Cosenza a piedi al Marulla. Colpa dei “jersey” che hanno fatto arrabbiare Braglia

Nel post-partita di Cosenza-Foggia il tecnico dei Lupi Braglia ha evidenziato come la squadra sia stata costretta a scendere dal bus. Ecco cosa è successo prima della gara.

Cosenza-Foggia non era iniziata bene per Piero Braglia, andato su tutte le furie ancor prima di arrivare allo stadio. Colpa di qualche passaggio sbagliato? No, colpa di una manovra del pullman rossoblù resa impossibile dai blocchi di cemento utilizzati dalle Forze dell’ordine per evitare che le due tifoserie potessero venire a contatto in un modo o nell’altro.

Fatto sta che, all’altezza della rotonda su Viale Magna Grecia dietro la Curva Nord, il bus del Cosenza è rimasto bloccato a causa dei famosi “jersey”, vale a dire delle barriere in cemento che impediscono l’accesso dei veicoli alle aree pedonali. Da quest’anno, infatti, anche per le gare interne dei rossoblù viene applicata una nuova misura di sicurezza suggerita dal Viminale, affinché praticamente tutti i luoghi dove sia previsto un afflusso consistente di persone vengano protetti con blocchi “fisici”.

A nulla sono servite le rimostranze di Braglia e dei calciatori rossoblù, costretti a scendere dal pullman e varcare la porta carraia a piedi in modo da raggiungere gli spogliatoi. Nel post-partita lo stesso tecnico ha sollevato velatamente il caso. «Mi rode il fatto, tra le altre cose, che arrivando allo stadio troviamo le barriere e ci tocca scendere anche dal pullman. Ma qui, invece di migliorarsi, peggioriamo? Parliamo di calcio che è meglio…» ha detto l’allenatore del Cosenza visibilmente contrariato. (Antonio Clausi)

Related posts