Tutte 728×90
Tutte 728×90

Non fu maltrattata dagli zii, assolta coppia di Pedace

Non fu maltrattata dagli zii, assolta coppia di Pedace

Le accuse erano pesanti, anche in virtù delle condizioni mentali della ragazza che in una denuncia presentata a Rossano, riteneva che i due zii, una coppia di Pedace, l’avessero maltrattata dopo che la stessa si trasferì in Presila a seguito della morte del padre.

Una tesi, quella della persona offesa, che non ha retto al giudizio del giudice dell’udienza preliminare Francesco Luigi Branda che stamane ha assolto L. S. e R. O. con formula piena, grazie anche alle indagini difensive svolte degli avvocati Rocco Prestera e Damiano Ferraro che hanno ribaltato le accuse, dimostrando che gli zii non avevano maltrattato la nipote disabile.

I due imputati sono stati giudicati col rito abbreviato, così come richiesto dalla difesa, che nel corso della discussione ha evidenziato tutte le incongruenze tra quanto dichiarato dalla ragazza e quanto emerso dalle persone ascoltate come testimoni.

Inoltre sono stati prodotti gli screenshot delle pagine Facebook sia degli imputati sia della persona offesa. La ragazza, infatti, diceva che non la facevano mangiare, mentre sui social network apparivano foto con gli zii durante i pasti, nonché scene di vita quotidiana. Infine, sono state depositate anche le foto dell’appartamento, perché la ragazza nella denuncia aveva accusato gli zii di farla dormire per terra, ma in realtà la ragazza aveva un letto tutto per sé.

Motivazioni che hanno portato, dunque, il pubblico ministero Emanuele Greco a chiedere l’assoluzione, anche sulla scorta delle indagini difensive che in questo caso hanno disarticolato le accuse mosse dalla parte civile. (a. a.)

Related posts