Tutte 728×90
Tutte 728×90

Musica, cinema e cronaca: l’ultima opera letteraria di Penna e Mangolini

Musica, cinema e cronaca: l’ultima opera letteraria di Penna e Mangolini

È nato per Il Foglio letterario il libro  “Suoni dal buio – Appunti di musica, cronaca e visioni”, scritto a quattro mani dalla penalista e criminologa cosentina Chiara Penna e dal giornalista e musicista torinese Claudio Mangolini, definito dagli stessi autori come “un viaggio all’interno dei meandri oscuri delle sette note”.

Sia Chiara Penna che Claudio Mangolini sono al loro secondo lavoro editoriale e il volume sta facendo parlare di sé perché, questa volta, gli autori hanno voluto attraversare, in modo molto originale e dai loro rispettivi punti di vista, il mondo della musica e della pellicola a partire dalle canzoni di Charles Manson ed Anton Lavey, famoso fondatore della Chiesa di Satana, fino al cinema psichedelico di Kenneth Anger e alla scena musicale italiana underground. Non mancano però i fatti di cronaca nera italiana e non, con particolare riferimento al delirante mondo del black metal norvegese.

Il tutto, in una chiave di lettura in parte altrettanto psichedelica e “visionaria” così come raccontato da Glezös, noto agitatore della scena punk italiana (giornalista per Rolling Stone a GQ, nonché Produttore artistico, autore, cantante e polistrumentista con Baccini, Zucchero, Maurizio Vandelli) che ne ha curato l’introduzione. Questo perché i fatti sono valutati contestualmente da Chiara Penna dal punto di vista criminologico e musicale da Claudio Mangolini, attraverso l’analisi di alcuni episodi efferati che hanno interessato solo indirettamente (ci tengono a precisare) il mondo del rock e la cultura del periodo storico di riferimento.

Related posts