Tutte 728×90
Tutte 728×90

Nella bufera di Cotronei, perde ancora il Trebisacce (1-0)

Nella bufera di Cotronei, perde ancora il Trebisacce (1-0)

Altra sconfitta indigesta per il Trebisacce. Sul campo del Cotronei e con una giornata caratterizzata dal maltempo, i Delfini tornano a mani vuote, beffati dal gol di Perri.

Più Cotronei nel primo tempo, con un maggior numero di occasioni create, accompagnate da un maggior possesso palla, e sulle quali Andreoli e Pugliese riescono a salvare. Anche un palo colpito in precedenza dai locali, su calcio di punizione. Trebisacce che si affaccia dalle parti di Otranto, ma il tiro di Naglieri è impreciso.

Nella ripresa la formazione di mister Malucchi entra in campo con un altro piglio, nonostante la pioggia aumenti la sua intensità. Verso il quarto d’ora, appare solare il calcio di rigore per l’intervento falloso su Pensabene, ma l’arbitro, inspiegabilmente, concede la regola del vantaggio (poi non concretizzatosi). Tanti, troppi dubbi sull’episodio che però non abbatte gli ospiti, che sfiorano il gol con Pugliese. La copiosa pioggia costringe l’arbitro a sospendere il match, verso la metà della ripresa, per circa 5 minuti. Al rientro delle squadre in campo, sfera che rimbalza a fatica e Cotronei che passa con un tiro da 30 metri di Perri. Sul finale è minacciosa la punizione di Galantucci che trova pronto Otranto.

Rammaricato al termine dell’incontro, l’allenatore Malucchi: “Abbiamo fatto maggiore fatica nel primo tempo, subendo soprattutto su qualche palla inattiva. Al contrario nella ripresa siamo venuti fuori bene, creando numerose occasioni da gol, anche abbastanza nette, ma abbiamo finito per prendere un altro gol beffa, con un tiro dai 30 metri che ha sorpreso il nostro portiere. Nonostante lo svantaggio ci abbiamo riprovato, confezionando altre due occasioni, ma non è bastato ad evitare questa sconfitta. Al di là del risultato, posso rimproverare ben poco ai miei ragazzi e mi assumo tutte le responsabilità del caso. La squadra ha dimostrato ancora una volta carattere ed è un peccato non raccogliere nulla rispetto a quanto seminato. Dobbiamo essere forti mentalmente per superare questo periodo che, ed anche oggi è stato confermato, ci rema contro a livello di episodi sfavorevoli. Preoccupato perché non segniamo? Direi più rammaricato. Sarei preoccupato se non creassimo occasioni da rete; le creiamo ma dobbiamo metterci, evidentemente, qualcosina ancora di più per capitalizzarle. Solo così riusciremo ad invertire questo trand negativo. Domenica affrontiamo il Corigliano, squadra che farà un campionato a se in questa stagione. Lo affronteremo senza timori e con il massimo rispetto e dal canto nostro dovremo essere bravi a fare valere le nostre caratteristiche”.  

Fabrizio Cantarella – Add. Stampa Asd Trebisacce –

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it